La differenza tra materia oscura e energia oscura

Differenza tra materia oscura ed energia oscura

Il nostro universo si sta espandendo più che mai, dal momento della sua origine dal Big Bang, 14 miliardi di anni fa. In precedenza, gli scienziati pensavano che sarebbe rallentato solo a causa dell'attrazione gravitazionale che attrae tutta la materia verso l'interno. Ma le osservazioni del telescopio spaziale Hubble dimostrano che l'Universo si sta effettivamente espandendo piuttosto che rallentando. Questo non può accadere senza la presenza di qualche altra forma di energia che sia superiore alla forza gravitazionale, sebbene nessuno sappia cosa sia. Questa energia incomprensibile, che respinge la materia verso l'esterno, è chiamata energia oscura. La materia visibile, inclusa la Terra, le stelle e miliardi di galassie, fatte di particelle subatomiche raggruppate in atomi, costituiscono solo il 4% della massa dell'universo. Non conosciamo il contenuto dell'altra massa, eccetto che il 22% di esso è la sostanza invisibile chiamata materia oscura, e il 74% è l'energia oscura che domina. Sebbene entrambi possano essere misurati calcolando il loro effetto sulla materia rilevabile dell'universo, non è noto se questi due siano la stessa cosa.

Energia oscura

L'energia oscura è onnipresente e il suo effetto aumenta man mano che il cosmo si gonfia. La sua esistenza consente alla luce di ottenere energia dalle radiazioni residue se viaggia attraverso grandi masse ed è responsabile delle microonde cosmiche. Quando la gravità diventa più debole a causa dell'espansione dello spazio, l'energia oscura comincerà a dominare. Si presume che sia questa energia oscura a essere responsabile dell'espansione dell'universo. L'energia oscura, che è anche conosciuta come costante cosmologica e quintessenza, accelera il processo di espansione diventando una forza anti-gravità. Secondo Albert Einstein, lo spazio vuoto è raramente vuoto e possiede un'energia costante per forzare l'espansione dell'universo sempre più velocemente.

(Una simulazione 2009 di materia oscura nell'universo)

All'osservazione di Einstein, nuove teorie si sono evolute spiegando l'energia oscura come una nuova forma di fluido energetico dinamico che riempie lo spazio, che funziona contro materia e energia normale. Alcuni ricercatori trovano le fluttuazioni quantistiche come la vera fonte della forza repulsiva che accelera l'espansione spaziale. Tuttavia, tutti concordano sul fatto che l'energia oscura, essendo uniforme in tutto lo spazio, è dietro il più veloce tasso di accelerazione del cosmo in espansione, sebbene la sua densità sia bassa (6. 91 × 10-27 kg / m3) rispetto alla densità della materia ordinaria o la materia oscura delle galassie. Nonostante tutte queste osservazioni, gli scettici sottolineano che non è altro che un'illusione causata dal movimento relativo della Terra con il resto del cosmo.Qualunque cosa sia, l'energia oscura è il più grande mistero scientifico del nostro tempo.

Materia oscura

La materia oscura è particelle non luminose della materia che esercita effetti gravitazionali sulla materia visibile di galassie e ammassi di galassie. È oscuro, invisibile e copre la maggior parte della materia cosmica. Gli scienziati non potrebbero osservarlo direttamente in quanto non è possibile rilevarlo con quello che hanno come strumenti, oggi. Ma la sua presenza è inequivocabilmente confermata dai suoi effetti gravitazionali. È questa gravità della materia oscura che unisce l'universo, tenendolo lontano dal collasso. Se l'universo contiene solo materia rilevabile, le galassie che vediamo non sarebbero emerse affatto. Volarebbero a parte senza avere abbastanza materia di forza gravitazionale per tenerli vicini. All'inizio dell'universo, la materia oscura dominante ha amplificato le basse fluttuazioni nello sfondo di Microonde cosmiche per rendere l'universo presente.

Come per l'astrofisica, la materia oscura non è rilevabile, la materia non barionica che esercita effetti gravitazionali su stelle e galassie. Si tratta di una particella ipotetica senza alcuna carica, senza spin e massa insignificante composta da cromodinamica quantistica. Inoltre, ci sono possibilità che possa essere formato da particelle esotiche come le assioni o particelle massive che interagiscono debolmente, subito dopo la creazione dell'universo. È interessante notare che l'esistenza della materia oscura fu scoperta casualmente mentre si osservavano le regioni esterne della Via Lattea. Se gli sforzi degli scienziati per riconoscere la materia oscura continuano senza alcuna realizzazione nel vicino, una tale improbabilità pone una domanda: cosa succede se l'universo finisce, all'improvviso?