Differenza tra 'Fatto' e 'Finito'

'Fatto' contro 'Finito'

C'è un detto inglese comune che dice "Le torte sono fatte, ma le persone sono finite. "Questo è per ricordare agli inglesi l'uso corretto e accettato delle due parole, 'fatto' e 'finito'. Ciò è fonte di confusione per gli anglofoni perché "fatto" significa qualcosa che è stato portato a una conclusione o alla fine, come in: È fatto quando il timer si spegne. La parola 'finito' significa completata o conclusa, come in: Ha finito la gara per primo. Sono elencati come sinonimi l'uno per l'altro in qualsiasi dizionario o thesaurus. Dovrebbero essere in grado di essere usati in modo intercambiabile e in atto, spesso nella conversazione e nella scrittura di tutti i giorni in inglese.

La distinzione nell'uso delle parole richiede di tornare indietro nella storia dell'evoluzione della lingua inglese. Un po 'prima del 1700, la parola "fatto" aveva un significato leggermente diverso. 'Avere fatto' era il solito modo di usare la parola 'fatto', ma 'fatto' stava iniziando ad essere usato colloquialmente o informalmente da certi gruppi di parlanti inglesi per indicare 'da fare', che esattamente come 'finito' '. 'Finito' era una parola più formale o più alta, quindi è stato considerato improprio usare la parola 'fatto' per indicare che avevi finito un compito da parte di alcuni esperti linguistici. Questa tradizione di usare la parola "finito" invece di "fatto" per essere più corretta è andata lentamente sbiadendosi nei tempi moderni, ma è ancora sostenuta da molti anglofoni.

C'è anche il contesto da tenere a mente quando si decide quale parola è meglio usare. 'Finito' è generalmente usato come una parola assoluta, nel senso che qualcosa è completamente completato e completato bene. Si può vedere nell'esempio: l'uomo ha finito con tutto il suo lavoro, perché ha fatto ognuno dei suoi progetti. L'interezza del lavoro si chiama 'finito', ma le parti più piccole, o progetti, sono chiamate 'fatte'. Questo uso del "finito" implica che ha fatto un buon lavoro anche sul suo lavoro. 'Finito' conferisce la connotazione o la sensazione che qualcosa sia di buona qualità o artigianalità perché questa è una delle sue definizioni, ad esempio: La lavorazione dell'artigiano era altamente rifinita.

'Fatto' può avere un significato meno assoluto, come per dire: "Per ora ho finito. "O" Ho finito con questa parte, ma non ho finito con il tutto. "'Fatto' ha anche il significato che qualcosa sia finito, come quando si esce da qualcosa. Quindi se una persona dice "Ho finito con la musica. "Probabilmente significa che non intende giocare di nuovo, perché ha rinunciato a farlo. 'Fatto' dà la sensazione che qualcosa non è completato bene, o alla soddisfazione, che sarebbe un motivo per rinunciare o uscire da qualcosa.Se una persona sente di non aver completato con successo un compito, generalmente dirà "Sono fatto" piuttosto che "Ho finito. "

Anche se non c'è molta differenza grammaticale tra le parole" fatto "e" finito ", è bene essere consapevoli dell'uso tradizionale delle parole. Si può notare che le parole sono spesso usate in modo intercambiabile l'una per l'altra, ma è più accettabile riferirsi a oggetti e cose non personali come "fatti", ma a persone o cose che le persone realizzano come "finite". "Tenete a mente anche questo, che" finito "ha un significato più positivo e ben realizzato, e" fatto "un significato un po 'più negativo e scarsamente compiuto quando viene applicato a un compito.