Differenza tra il ritorno previsto e il ritorno richiesto

Il rendimento atteso e il ritorno richiesto

Gli individui e le organizzazioni fanno investimenti con le aspettative di ottenere il massimo rendimento possibile. Un investitore che rischia di assumere un tasso di rendimento corrispondente al rispettivo livello di rischio. Il tasso di rendimento richiesto e il rendimento atteso rappresentano i livelli di rendimento da ottenere da investimenti rischiosi. Se questi tassi di rendimento non sono in linea con il benchmark o il punto di taglio precedentemente impostato dall'investitore, l'individuo non considera l'investimento utile. Il seguente articolo fornisce una chiara panoramica del rendimento richiesto e dei rendimenti attesi e mette in evidenza le loro analogie e differenze.

Cosa è richiesto il ritorno sugli investimenti?

Il tasso di rendimento richiesto è il rendimento che un investitore richiede per investire in un'attività, un investimento o un progetto. Il tasso di rendimento richiesto rappresenta la rischiosità dell'investimento in corso; il tasso di rendimento riflette l'indennizzo che l'investitore riceve per il rischio a carico.

Il tasso di rendimento richiesto è utile quando si prendono decisioni relative al miglior posto per i fondi da investire. Il tasso di rendimento richiesto sarà diverso da un singolo / società all'altro. Ad esempio, un investitore ha la possibilità di investire in obbligazioni con un rendimento del 6% annuo. L'investitore ha anche la possibilità di investire i suoi fondi in un certo numero di altri investimenti. Tuttavia, il tasso di rendimento richiesto dall'investitore è attualmente pari al 6%, e quindi l'investitore prevede un rendimento del 6% o superiore per poter considerare le altre opzioni di investimento.

Che cosa è il ritorno dell'investimento previsto?

Il tasso di rendimento atteso è il rendimento che l'investitore si aspetta di ricevere una volta effettuata l'investimento. Il tasso di rendimento atteso può essere calcolato utilizzando un modello finanziario come il Capita Asset Pricing Model (CAPM), in cui i proxy vengono utilizzati per calcolare il rendimento che si può prevedere da un investimento. Il tasso di rendimento atteso può anche essere calcolato assegnando probabilità ai possibili rendimenti che possono essere ottenuti dall'investimento.

Il tasso di rendimento atteso è un'assunzione, e non vi è alcuna garanzia che tale tasso di rendimento sarà ricevuto. Tuttavia, alcuni strumenti hanno un tasso di rendimento fisso, come gli interessi sui depositi fissi; con tali investimenti, il ritorno atteso può essere conosciuto con un grado molto maggiore alla certezza.

Qual è la differenza tra il ritorno previsto e il ritorno richiesto?

Il rendimento richiesto e il rendimento atteso sono simili tra loro in quanto entrambi valutano i livelli di rendimento che un investitore stabilisce come parametro di riferimento per un investimento da considerare redditizio. Il tasso di rendimento richiesto rappresenta il rendimento minimo da ricevere per essere considerato per un'opzione di investimento. Il ritorno previsto, d'altra parte, è il ritorno che l'investitore pensa possa generare se l'investimento è stato effettuato. Se la garanzia viene valutata correttamente, il rendimento atteso sarà pari al rendimento richiesto e il valore attuale netto dell'investimento sarà zero. Tuttavia, se il rendimento richiesto è superiore al tasso atteso, la sicurezza degli investimenti è considerata sovravalorizzata e se il rendimento richiesto è inferiore a quello previsto, la sicurezza dell'investimento è sottovalutata.

Sommario:

Ritorno previsto o Ritorno richiesto

• Il rendimento richiesto è il rendimento che un investitore richiede per investire in un'attività, un investimento o un progetto.

• Il tasso di rendimento richiesto rappresenta la rischiosità dell'investimento in corso; il tasso di rendimento riflette l'indennizzo che l'investitore riceve per il rischio a carico.

• Il tasso di rendimento atteso è il rendimento che l'investitore prevede di ricevere dopo l'investimento.

• Il tasso di rendimento atteso è un presupposto e non vi è alcuna garanzia che tale ritmo di rendimento sarà ricevuto, a meno che gli investimenti effettuati negli strumenti abbiano un tasso di ritorno determinato come gli interessi sui depositi fissi.