Differenza tra carboidrati buoni e carboidrati cattivi

Carboidrati buoni vs Carboidrati cattivi

I carboidrati sono carboidrati: zuccheri e amidi responsabili della fornitura di una parte importante dell'energia di cui il nostro corpo ha bisogno. Gli elementi costitutivi di tutti i carboidrati sono tre elementi: idrogeno, carbonio e ossigeno.

Il cibo consumato nel suo stato naturale, cioè il cibo che non viene lavorato o cambiato prima del consumo, è noto come carboidrati buoni. I buoni carboidrati hanno anche una grande quantità di fibre, che a loro volta è necessaria per un corpo sano. Gli alimenti con un'alta quantità di fibre sono in grado di fornire molta energia per un periodo di tempo prolungato. Forse, ecco perché un corpo che ha consumato buoni carboidrati si sente pieno. Gli alimenti ad alto contenuto di fibre aiutano i nostri rispettivi corpi a rimuovere le tossine e anche a ridurre il livello di colesterolo nel corpo.

I buoni carboidrati sono anche ricchi di minerali, sostanze nutritive e vitamine. L'indice glicemico di buoni carboidrati è generalmente basso. Assumendo una buona quantità di carboidrati buoni, si può evitare un improvviso aumento del livello di zucchero nel sangue. Questo è fondamentale per i pazienti diabetici che hanno la necessità di controllare frequentemente il loro livello di glucosio nel sangue.

Frutta, legumi, verdure, semi, noci, pane integrale, pasta integrale, cereali integrali ecc. Sono buone fonti di buoni carboidrati. Anche i latticini come latte, formaggio e burro possono essere un'ottima fonte di buoni carboidrati.

A sua volta, i carboidrati cattivi sono gli alimenti che vengono raffinati e lavorati prima di essere consumati. In breve, qualsiasi cibo che viene cambiato dal suo stato naturale prima di essere mangiato da una persona può essere etichettato come un cattivo carboidrato. Quando il cibo naturale viene lavorato, viene mescolato con conservanti, coloranti e aromi che lo trasformano in carboidrati cattivi.

Gli alimenti che contengono carboidrati cattivi sono generalmente gustosi e migliori venditori. I produttori li commercializzano anche in pacchetti facili da usare. Poiché i conservanti inclusi in questi alimenti non possono essere digeriti facilmente e portare a picchi di glucosio nel sangue. Se lasciato incustodito, diventa molto dannoso per il corpo. Alcuni degli articoli che contengono cattivi carboidrati sono confetti, torte, pasticcini, bibite ecc.

Il consumo continuato di carboidrati cattivi si tradurrà in un aumento di peso della persona. Le calorie non sono presenti in cattivi carboidrati: sono vuote e il loro valore nutrizionale è minimo. Le persone che consumano carboidrati cattivi si espongono a un sacco di rischi nella loro vita. I consumatori di carboidrati di solito finiscono per lamentarsi di malattie cardiache, obesità, diabete, ecc.

Nel corpo umano si nota una differenza marcata una volta consumati i due diversi carboidrati.Il livello di energia aumenta notevolmente se il buon carboidrato viene consumato e al contrario, quando si consuma il carboidrato cattivo, i livelli di energia subiscono un drastico calo.

Se c'è un calo dei livelli di energia a causa di cattivi carboidrati, è possibile superare il problema aggiungendo più quantità di proteine ​​al cibo. Per garantire una vita calma, serena e sana, la persona deve prestare attenzione a ciò che viene consumato.

Riepilogo:
1. I carboidrati nel loro stato naturale sono i buoni carboidrati mentre quelli trasformati sono i cattivi carboidrati.
2. Il contenuto di fibre è alto in carboidrati buoni e basso contenuto di carboidrati.
3. In buoni carboidrati il ​​livello di energia rimane alto per molto tempo, ma in caso di cattivi carboidrati scende rapidamente.
4. I buoni carboidrati contengono vitamine e minerali in abbondanza, mentre i carboidrati cattivi contengono calorie.
5. I buoni carboidrati sono difficili da digerire, ma i carboidrati sani e nocivi, sebbene dannosi, sono facilmente digeribili.