Differenza tra vantaggio assoluto e comparativo

Assoluto e vantaggio comparativo

Il vantaggio assoluto e il vantaggio comparato sono due parole che spesso si incontrano nell'economia, specialmente nel commercio internazionale. Le persone sono spesso confuse tra le differenze tra i due concetti e cercano chiarimenti. Questo articolo tenta di rendere chiari i due concetti evidenziando la differenza tra il vantaggio assoluto e quello comparativo.

Il vantaggio si riferisce ad una situazione in cui una persona, un gruppo o una nazione possono produrre un particolare prodotto con più economia rispetto ad altri. Naturalmente questa affermazione è molto generale in quanto può essere il vantaggio del lavoro (il lavoro potrebbe essere economico o poco costoso), o vantaggio di capitale. Il vantaggio assoluto è un termine che viene utilizzato quando un paese può produrre più numeri di un particolare articolo con le stesse risorse di qualsiasi altro paese. Se questo articolo è prodotto da un solo paese, allora il commercio reciprocamente vantaggioso è impossibile.

Così, il vantaggio assoluto è una situazione che si verifica quando una nazione è in grado di produrre alcune merci a un costo inferiore ad altri paesi, con tutti gli altri fattori uguali. Il concetto di vantaggio assoluto è stato proposto da Adam Smith quando si parla del commercio internazionale.

vantaggio comparativo

Il concetto di vantaggio comparato è di grande importanza nel commercio internazionale. Si dice che un paese abbia un vantaggio comparato rispetto ad altri paesi se sta producendo beni e servizi ad un costo più basso. Il costo di opportunità di un determinato elemento è definito come l'importo che viene sacrificato per fare un'altra unità di quel particolare elemento. Questa teoria suggerisce che se un paese ha un vantaggio rispetto ad altri paesi nella produzione di alcuni beni e servizi, dovrebbe limitarsi a produrre solo questi beni e servizi e importare altri beni e servizi in cui il paese è inefficiente. La teoria del vantaggio comparativo è stata innanzitutto spiegata da Robert Torrens nel 1815.

Sommario

• Il vantaggio assoluto è il vantaggio di un paese su un altro se può produrre un maggior numero di merci con le stesse risorse di altri paesi. D'altra parte, il vantaggio comparato è la capacità di un Paese di rendere meglio un particolare articolo rispetto ad altri paesi.

• In assoluto vantaggio, il commercio reciprocamente vantaggioso non è possibile, il vantaggio comparato prevede un reciproco beneficio commerciale tra i paesi.

• Il costo dell'opportunità è un fattore che viene preso in considerazione quando si parla di vantaggi comparati, mentre è solo un costo che è un fattore quando si parla di un vantaggio assoluto.