Differenza tra debiti deboli e debiti dubbi

Bad Debt vs Debt Doubtful

Debiti e svantaggi sono i termini usati per fare riferimento al denaro che è stato dovuto ad un'impresa, dai suoi clienti, che hanno ottenuto i beni e servizi prima di pagare un prezzo. L'importo dovuto dovrebbe essere pagato entro un determinato periodo e, a seconda del tempo necessario per rimborsare i debiti e la probabilità di rimborso, tali importi devono essere registrati nei libri contabili e nei crediti dubbi o inesigibili. Il seguente articolo spiega queste due forme di debito, mostrando chiaramente la distinzione tra i due.

Che cosa è un debito di debito?

Un debito dannoso è indicato come un importo che certamente non verrà ricevuto dall'impresa. Questi importi sono crediti che sono stati registrati nei libri per un lungo periodo di tempo (un periodo prolungato, oltre il periodo di rimborso dichiarato, quando erogava credito al cliente) e non sono stati compiuti sforzi da parte del debitore per effettuare rimborsi . Una volta identificato un indebitamento sbagliato, verrà rimosso dal conto crediti con un credito e verrà addebitato all'acconto di spesa per debiti.

Che cos'è un debito dubbio?

Un debito dubbioso, come suggerisce il suo nome, è un credito che l'azienda non è sicuro se riceverà. Poiché i concetti di contabilità prevedono che siano necessarie provvedimenti contro incassi non sicuri, un conto denominato "accantonamento a crediti dubbi" sarà mantenuto accanto al recupero del debito, se diventa un debito dannoso. L'iscrizione contabile richiede un addebito da effettuare nella riserva per conto di perdita e da un accredito di credito da effettuarsi nella voce accantonamento per rischi su crediti dubbi. Una volta che l'iscrizione è completata, la voce sarà iscritta in bilancio deducendo tale importo dai debitori. A seconda della probabilità dei crediti in sofferenza, la riserva per conto del debito dubbioso è forse aumentata o diminuita.

La somiglianza tra il fondo svalutazione crediti e crediti in sofferenza è che sono in linea con i principi contabili di mostrare la vera e corretta visione del business in i suoi libri contabili. Un conto sul debito non è in grado di esprimere esattamente quanti crediti non verranno ricevuti, mentre un accantonamento per rischi su crediti dubbi indicherà l'ammontare dei crediti che possono o non possono essere ricevuti. Le voci di contabilità per i due tipi di conti sono piuttosto diverse l'una dall'altra, anche se c'è un'alta possibilità che un debito dubbiato diventi un debito debitore in futuro. Attraverso il mantenimento di un accantonamento per conto crediti dubbi, l'impresa è in grado di lasciare a parte un importo specifico, in modo che le perdite per l'attività possano essere recuperate.Il mantenimento dei conti di debiti e di crediti dubbi è anche importante per il controllo del credito.

Qual è la differenza tra i crediti dannosi ei debiti dubbi?

• I debiti e i crediti dubbi sono i termini utilizzati per riferirsi al denaro dovuto ad un'impresa, dai suoi clienti che hanno ottenuto i beni e servizi prima di pagare un prezzo.

• Un debito dannoso è indicato come un importo che certamente non verrà ricevuto dall'impresa. Una volta identificato un indebitamento sbagliato, verrà rimosso dal conto crediti con un credito e verrà addebitato all'acconto di spesa per debiti.

• Un debito dubbioso, come suggerisce il suo nome, è un credito che l'azienda non è sicuro se riceverà. L'iscrizione contabile richiede un addebito da effettuare nella riserva per conto di perdita e da un accredito di credito da effettuarsi nella voce accantonamento per rischi su crediti dubbi.

• Le somiglianze tra gli accantonamenti per crediti dubbi e conti di sofferenza sono che sono in linea con i principi contabili di mostrare la vera e corretta visione dell'attività, nei suoi libri contabili.

• Il mantenimento dei conti di debiti e di crediti dubbi è anche importante per il controllo del credito.