Differenza tra cambiamento e innovazione

Differenza chiave - cambiamento rispetto all'innovazione

La differenza tra cambiamento e innovazione è che la modifica è la differenza in uno stato di cose correlate a diversi punti di tempo considerando che l'innovazione è qualcosa di originale e nuovo, essendo introdotto nel mondo. Possono essere nuove idee, nuovi dispositivi o nuovi processi. Il cambiamento è considerato permanente e tutte le cose dell'universo sono pensate per cambiare. Il cambiamento è inevitabile per lo sviluppo e la crescita. L'innovazione è anche cruciale in quanto apre nuove possibilità. La modifica cambia l'innovazione e l'innovazione delle unità. L'innovazione crea opportunità infinite e il cambiamento aiuta a sfruttare tali opportunità infinite.

Che cosa è il cambiamento?

Il cambiamento può essere definito come "la differenza in uno stato di cose legato a diversi punti di tempo". Il tempo dictates change, quindi la modifica deve essere concettualizzata in diverse fasi di un certo fattore. Può essere organizzativo o personale. La modifica potrebbe essere un atto di rendere (intenzionale) o diventare (naturale). Il cambiamento avrebbe sempre due fasi. Uno è lo stadio precedente o vecchio e l'altro è il nuovo stadio (dopo la modifica). La conoscenza di entrambe le fasi è un prerequisito per confermare che è avvenuto un cambiamento. Si tratta di un confronto tra diverse fasi e valutazione delle differenze tra tali fasi. La modifica potrebbe essere stata positiva o negativa. iPhone 5 è stato sostituito con iPhone 6 che è un buon esempio di cambiamento.

Il cambiamento può essere visto in diversi contesti. Lo guarderemo in un contesto di gestione. La gestione è il processo di pianificazione, organizzazione, monitoraggio e controllo per raggiungere gli obiettivi organizzativi attraverso l'utilizzo efficace delle risorse disponibili scarse. L'elemento di controllo è tutto sul cambiamento e crea un ciclo senza fine. Se i risultati attuali non sono in linea con gli obiettivi dell'organizzazione, vengono elaborati e portati avanti nuovi piani, ovvero una modifica del contesto di gestione. Ma, il cambiamento non è lo scopo della gestione. Il cambiamento è involontario e si verifica naturalmente nel processo di gestione.

Nella gestione, un valore può essere identificato per la modifica. Ciò rifletterà quanto sia buona o cattiva la modifica è stata per l'organizzazione. Ad esempio, il cambiamento di prodotto potrebbe aver causato un aumento del 10% del profitto che può essere considerato il valore della modifica.

Che cosa è l'innovazione?

L'innovazione può essere nuove idee, nuovi dispositivi o nuovi processi.Può essere definito come qualcosa di originale e nuovo introdotto al mondo. In un contesto di gestione, Peter Drucker (2002) ha rilevato che l'innovazione è una funzione specifica dell'imprenditorialità e della sua capacità di creare nuove ricchezze, produrre risorse o migliorare la capacità di creazione di ricchezza delle risorse esistenti. L'innovazione può essere intenzionale o accidentale. L'innovazione non è un'aggiunta di valore, ma la creazione di un nuovo valore. L'innovazione inizia con l'analisi delle fonti di nuove opportunità. Le opportunità sono le esigenze insoddisfatte. Attraverso l'innovazione, queste esigenze sono soddisfatte.

Si dice che l'innovazione sia un fattore indipendente. Non può essere giudicato come non avrà alcun prodotto vicino o correlato da confrontare con come è nuovo e inventato per soddisfare una esigenza insoddisfatta. Quindi, è indipendente in natura. Inoltre, si crede che l'innovazione deriva dal cambiamento percettivo piuttosto che dal cambiamento della realtà. Il cambiamento della realtà è un processo continuo e naturale. Ma la percezione o la modifica immaginaria sono discontinue, non correlate e nuove. Ciò crea idee rivoluzionarie che a loro volta portano all'innovazione. Ad esempio, il cambiamento percettivo di come si può viaggiare porta all'invenzione di aeromobili. L'aereo non aveva confronto in quanto solo i veicoli stradali erano presenti in quel momento, in modo da poter comprendere anche il fattore indipendente dell'innovazione anche in questo caso.

Qual è la differenza tra il cambiamento e l'innovazione?

Poiché abbiamo esaminato i dettagli dettagliati descrittivi di entrambi i cambiamenti e l'innovazione, ora verranno confrontati tra loro per individuare le differenze chiave tra questi due termini.

Definizione di Cambio e innovazione

Cambia: La differenza in uno stato di cose legato a diversi punti di tempo.

Innovazione: L'innovazione è qualcosa di originale e nuovo, essendo introdotto nel mondo. Possono essere nuove idee, nuovi dispositivi o nuovi processi.

Caratteristiche del cambiamento e dell'innovazione

Conoscenza

Modifica: Le conoscenze e le risorse precedenti sono necessarie per una modifica.

Innovazione: Le conoscenze precedenti non sono necessarie per l'innovazione.

Comparabilità

Cambia: La modifica è paragonabile a una precedente situazione o prodotto ed è relativa in natura.

Innovazione: L'innovazione non è facilmente comparabile in quanto non ha fattori vicini da confrontare con quanto non è correlato a

Need

Change: Il cambiamento migliorerà solo la capacità di soddisfare necessità che già ha una soluzione. Il cambiamento non aiuterà a rispondere a un insoddisfatto

Innovazione: L'innovazione sarà la risposta per soddisfare una esigenza insoddisfatta che non ha avuto una soluzione in precedenza.

Continuità

Cambia: Il cambiamento è un processo continuo e naturale di adozione e miglioramento dell'efficienza.

Innovazione: L'innovazione è discontinua in natura e di solito deriva dal cambiamento percettivo.

Riferimenti: Drucker, P (2002). Disciplina dell'innovazione. Recensione di Haravrd Business, agosto.