Differenza tra cultura e civiltà

Cultura e civiltà < Gli esseri umani per natura sono creature sociali. La cultura e la civiltà sono due dei fattori che determinano la natura della società in cui viviamo, è estremamente importante che siamo consapevoli delle molte differenze tra le due parole. Anche se, per la maggior parte del tempo, le due parole vanno di pari passo, sarebbe inesatto utilizzarle sinonimo poiché la cultura e la civiltà stanno per concetti molto diversi.

Che cos'è la cultura?

La cultura, concetto emerso nel XX secolo, è un concetto centrale dell'antropologia che si riferisce a vari fenomeni umani che non possono essere direttamente attribuiti alla propria genetica. Mentre la cultura è di solito interpretata in vari modi, la definizione più accettata del termine sarebbe i modi distinti che la gente crea in modo creativo e classifica i diversi modi in cui vivono all'interno di ogni comunità. È un sistema integrato di modelli comportamentali appresi che non sono di origine biologica e sono caratteristici dei membri di una certa società, gruppo etnico o sociale.

La cultura può esistere in forma fisica o immateriale. Gli artefatti fisici della cultura includerebbero qualsiasi materiale fisico materializzato come un prodotto di credenze, tradizioni e costumi di un certo gruppo di persone con una cultura definitiva. Gli aspetti intangibili di una cultura sarebbero le abitudini, le tradizioni, le credenze, il linguaggio ei comportamenti di un certo gruppo di persone appartenenti a una cultura definitiva. La cultura si riferisce spesso ad un aspetto interno dell'essere umano, che rappresenta i propri sentimenti, pensieri, ideali, arte, letteratura e valori.

Che cos'è la civiltà?

La civiltà può essere generalmente definita come un palcoscenico dello sviluppo avanzato e dell'organizzazione sociale umana. Un insieme di strutture geografiche, politiche, economiche, religiose e sociali, è un centro cerimoniale per attività sociali e culturali. La civiltà è un tipo specifico di comunità umana, composto da grandi e complesse società basate sulla domesticazione di animali, piante, persone, conoscenze, credenze e pratiche.

La civiltà può anche significare raggiungere uno stato avanzato della società umana, dove è stato raggiunto un alto livello di scienza, cultura o industria. Ciò significherebbe anche uno stadio in cui l'autorità dell'uomo sui fenomeni naturali sia praticata mentre la tecnologia sociale controllerebbe il comportamento naturale dell'uomo. Una civiltà si riferisce ad un aspetto esterno dell'essere umano, in quanto è un mezzo di espressione e una manifestazione di utilità della vita quotidiana.

Qual è la differenza tra la cultura e la civiltà?

• La civiltà è molto più grande di una cultura. È un aggregato complesso composto da molte cose, di cui un aspetto è la cultura.

• Secondo gli antropologi del XIX secolo, la cultura si è sviluppata prima e la civiltà è stata creata successivamente. La civiltà è uno stato di sviluppo culturale ben avanzato.

• La cultura esiste all'interno di una civiltà. Una civiltà può essere costituita da diverse culture.

• La cultura può esistere da solo. Una civiltà non può essere identificata come una civiltà se non ha una certa cultura.

• La cultura esiste in forme tangibili e immateriali. Una civiltà è più o meno tangibile.

• La cultura può essere appresa e trasmessa attraverso il mezzo di discorso e di comunicazione da una generazione all'altra. La civiltà non può quindi essere trasferita facilmente a causa della sua complessità e della sua grandezza.

• Non si può dire che la cultura avanza. La civiltà è sempre in uno stato di avanzamento.

Ulteriori letture:

1.

Differenza tra cultura e tradizione 2.

Differenza tra cultura e patrimonio 3.

Differenza tra la cultura orientale e occidentale