Differenza tra democrazia e repubblica

Differenza tra democrazia e repubblica

"Democrazia" e "Repubblica" sono spesso confuse, ei termini sono arbitrariamente scambiati e usati male. Le somiglianze tra i due concetti sono molte ma, allo stesso tempo, Democrazia e Repubblica differiscono in molti modi sostanziali e pratici. Inoltre, mentre "Democrazia" e "Repubblica" hanno definizioni standard, abbiamo diversi esempi concreti che dimostrano che la realtà e la teoria non sempre coincidono.

Democrazia

Il concetto di democrazia è stato ampiamente discusso e analizzato in passato. Mentre l'origine del mondo è riconosciuta univocamente, molti sono i disaccordi sulla definizione del concetto.

Il termine democrazia è una combinazione di due parole greche: " demo " che significa "persone" e " kratein " che significa "regola". Pertanto, la parola democrazia significa "la regola delle persone". Eppure, mentre la "regola della maggioranza" sembra essere il nucleo del concetto, associare la democrazia solo con elezioni libere ed eque può essere fuorviante e non sufficiente per concettualizzare la complessa idea di democrazia.

La borsa di studio esistente suggerisce che "la democrazia è un sistema esigente, e non solo una condizione meccanica (come la regola della maggioranza) presa isolatamente," 1 e che ci sono vari gradi e sottotipi di democrazia. Ad esempio, Dahl si identifica nella risposta continua del governo alle preferenze dei cittadini (che sono considerati uguali politici) una caratteristica fondamentale di qualsiasi democrazia. Inoltre, crede che i due pilastri di un sistema democratico siano:

  • Contestazione pubblica; e
  • Diritto di partecipazione 2 .

Entrambe le dimensioni devono esistere allo stesso tempo perché una democrazia sia efficace e la loro proporzione definisce l'inclusività e il grado di democrazia del governo.

Un'altra interessante prospettiva sulla concettualizzazione della democrazia è fornita da Fareed Zakaria, famoso autore e politologo, che definisce le democrazie liberali in opposizione alle "democrazie illiberali" 3 . Zakaria ritiene che un sistema politico liberale dovrebbe essere caratterizzato da:

  • Stato di diritto;
  • Separazione dei poteri e
  • Protezione delle libertà fondamentali di parola, assemblea, religione e proprietà.

Secondo la sua prospettiva, le libertà economiche, civili e religiose sono al centro dell'autonomia umana e della dignità, e una democrazia liberale deve rispettare tali diritti fondamentali. Oggi, 118 dei 193 paesi del mondo sono democrazie. Hanno tutte elezioni libere ed eque, ma la metà di loro sono illiberali.

Ancora un'altra teoria è prodotta da Schmitter e Karl 4 . I due studiosi ritengono che ci siano molti tipi di democrazia e che "le loro diverse pratiche producono un insieme di effetti altrettanto vario. "In altre parole, credono che il grado delle caratteristiche fondamentali del governo definisca la differenza tra i diversi sottotipi delle democrazie. Secondo il loro punto di vista, una democrazia moderna:

  • Funzioni "per il consenso delle persone";
  • Dovrebbe fornire un'ampia varietà di canali e mezzi per consentire alla libera espressione di interesse e valore dei cittadini;
  • Dovrebbe seguire specifiche norme procedurali; e
  • Deve rispettare i diritti civici della popolazione.

Infine, alcuni autori sostengono anche che la caratteristica di un governo democratico varia in base all'area geografica. Per esempio, Neher suggerisce che i paesi asiatici stanno, in effetti, andando verso "democrazie liberali di stile occidentale" 5 e che stanno adottando caratteristiche liberali come elezioni libere ed eque, accesso a media e libertà non censurati da interferenze governative o sorveglianza nella sfera privata. Tuttavia, a causa dei problemi interni che ogni paese affronta nello sviluppo economico, nella sicurezza nazionale e nelle insurrezioni interne, possiamo ancora identificare elementi autoritari all'interno di queste "democrazie in stile asiatico".

Chiaramente, oggi non esiste una democrazia "pura": le caratteristiche uniche che caratterizzano i diversi paesi e le situazioni storiche inevitabilmente influenzano la struttura e le azioni del governo. Pertanto, mentre tutte le democrazie liberali hanno elezioni libere ed eque e sono caratterizzate dalla regola della maggioranza, nel 21 st secolo abbiamo vari esempi di diversi tipi di governi democratici.

Repubblica

Mentre la parola "Democrazia" deriva dal greco antico, il termine "Repubblica" è la combinazione di due parole latine: "res" che significa "cosa" e "publica" che significa "pubblico". Pertanto, una Repubblica è "una cosa pubblica (legge)".

Oggi, una Repubblica è una forma di governo governata dai rappresentanti liberamente eletti dal popolo. Una volta eletti, i rappresentanti (generalmente presieduti dal Presidente) possono esercitare i loro poteri ma devono rispettare i limiti stabiliti nelle Costituzioni nazionali. In altre parole, la Repubblica è una democrazia rappresentativa.

Anche se molti paesi si definiscono "democrazie", nella pratica attuale la maggioranza dei governi moderni rappresentativi sono più vicini a una repubblica che a una democrazia. Ad esempio, gli Stati Uniti - la più grande democrazia al mondo - è, di fatto, una Repubblica federale. Il governo centrale ha determinati poteri, ma i singoli Stati hanno un certo grado di autonomia ed esercitano il dominio familiare. Al contrario, la Francia è una Repubblica centralizzata dove i distretti e le province hanno poteri più limitati.

I due tipi più comuni di repubblica sono:

  • Repubblica federale: singoli stati e province hanno una certa autonomia dal governo centrale.Esempi sono:
  1. Stati Uniti;
  2. Repubblica Argentina;
  3. Repubblica Bolivariana del Venezuela;
  4. Repubblica federale di Germania;
  5. Repubblica federale della Nigeria;
  6. Stati Federati di Micronesia;
  7. Repubblica federativa del Brasile; e
  8. Repubblica Argentina.
  • Repubblica Unitaria / Centralizzata: tutti i dipartimenti, i singoli stati e le province sono sotto il controllo del governo centrale. Esempi sono:
  1. Algeria;
  2. Bolivia;
  3. Cuba;
  4. Ecuador;
  5. Egitto;
  6. Finlandia;
  7. Francia;
  8. Ghana;
  9. Grecia; e
  10. Italia.

Democrazia vs Repubblica

La principale differenza tra Democrazia e Repubblica risiede nei limiti del governo e sull'impatto che tali limitazioni hanno sui diritti dei gruppi minoritari. Infatti, mentre una democrazia "pura" si basa sulla "regola della maggioranza" sulla minoranza, in una Repubblica una Costituzione scritta protegge le minoranze e consente loro di essere rappresentati e inclusi nel processo decisionale. Anche se oggi non esiste una democrazia pura e la maggior parte dei paesi sono "repubbliche democratiche", aderiremo ad un livello puramente teorico e analizzeremo le differenze tra "democrazia pura" e "Repubblica". Le differenze tra i due tipi di governo sono elencate sotto 6 .

  • Una democrazia è un sistema del popolo e comporta il dominio della maggioranza onnipotente sulla minoranza sottorappresentata (o non rappresentata affatto) mentre una Repubblica è una forma di governo in cui le persone scelgono liberamente i rappresentanti per rappresentarli;
  • In una democrazia prevale la regola della maggioranza, mentre in una Repubblica prevale lo stato di diritto;
  • In una democrazia, le minoranze sono sottorappresentate e dominate dalla maggioranza, mentre in una Repubblica le minoranze sono (o dovrebbero essere) protette dalle disposizioni contenute nella Costituzione;
  • In una democrazia, la sovranità è detenuta da tutta la popolazione, mentre in una Repubblica la sovranità è detenuta dai rappresentanti eletti (guidati dal presidente) e fatti valere per legge;
  • In una democrazia, tutti i cittadini hanno pari diritto nel processo decisionale, mentre in una Repubblica tutti i cittadini hanno pari diritto nell'elezione dei loro rappresentanti;
  • L'esempio più puro di democrazia può essere fatto risalire all'antica Grecia, mentre oggi abbiamo diversi esempi di Repubbliche (o Repubbliche Democratiche), inclusi Stati Uniti, Italia e Francia;
  • In entrambi i casi, gli individui godono della libertà di scelta: in una democrazia, tale diritto è previsto dalla natura stessa del governo (tutti i cittadini hanno pari diritti e libertà di partecipare alla vita pubblica), mentre in una Repubblica tale il diritto è protetto dalla legge;
  • In entrambi i casi è consentita la libertà di religione. Tuttavia, in una democrazia, la maggioranza può limitare i diritti delle minoranze a questo proposito, mentre in una Repubblica la Costituzione protegge la libertà di religione; e
  • In entrambi i casi, i cittadini non dovrebbero essere discriminati. Tuttavia, in una democrazia la maggioranza può finire per discriminare la minoranza, mentre in una Repubblica la discriminazione dovrebbe essere costituzionalmente vietata.

Sommario

La democrazia e la Repubblica vengono spesso analizzate in opposizione alle forme autoritarie di governo. Democrazie e Repubbliche sono (o dovrebbero essere) basate su elezioni libere ed eque e vedono la partecipazione dell'intera popolazione. Tuttavia, mentre entrambi i sistemi comportano un alto grado di libertà e protezione dei diritti fondamentali, differiscono dai limiti imposti al governo e ai diritti a cui hanno diritto i gruppi minoritari. Una democrazia "pura" si basa sulla regola della maggioranza rispetto alla minoranza; non ci sono limiti imposti al governo e la sovranità è detenuta da tutta la popolazione. Viceversa, in una Repubblica, i cittadini eleggono i loro rappresentanti che esercitano il loro potere entro i confini stabiliti nella Costituzione nazionale.

Tuttavia, nella pratica attuale, non vediamo esempi di democrazia "pura" o Repubblica "pura" e la maggior parte dei paesi può essere considerata Democrazia Rappresentativa o Repubbliche Democratiche.