Differenza tra deterrenza e retribuzione

Deterrenza e Retribuzione

Deterrenza e Retribuzione sono due concetti molto discussi nello studio della legge. Specificamente in tema di punizione, questi concetti sono solo due dei cinque motivi per cui uno deve essere punito. Di per sé, sia la deterrenza che la retribuzione sono diventate teorie individuali i cui pensieri sono costantemente discussi di essere buoni o cattivi. Ad esempio, nella pena capitale o nella regolamentazione della pena di morte, due delle domande più comuni sono: "La punizione della morte scoraggia il crimine? 'o' La pena capitale deve essere accolta per la retribuzione? '

Per definizione, un deterrente è qualcosa che impedisce a qualcosa o qualcuno di fare un atto (di solito un atto negativo). La retribuzione, d'altra parte, sta deliberatamente inducendo dolore, infelicità o disagio al perpetratore per soddisfare la tua natura sadica (farti sentire bene). Questo non dovrebbe essere interpretato erroneamente come la punizione in sé.

Imponendo un metodo o mezzo di deterrenza, l'autore del reato sarà avvertito di non fare un altro reato di natura simile o correlata (di nuovo), altrimenti dovrà subire la stessa punizione che gli è stata assegnata in precedenza. Inoltre, la deterrenza può anche essere utilizzata come mezzo per dare l'esempio ad altri che sono potenziali o futuri colpevoli, in modo tale da essere dissuasi dal commettere un reato analogo. A prima vista, la deterrenza (come motivo di punizione) sembra essere un principio molto duro.

La retribuzione, nota anche come giustizia retributiva, significa semplicemente "pareggiare" con l'autore del reato. Solo vedere o sapere che l'autore del reato è sofferente sarà considerato buono. Sebbene questo sia stato praticato in molti paesi del mondo già da molti secoli, molti esperti (specialmente gli utilitaristi che credono che tutti i mezzi di punizione siano malvagi) dubitano del suo reale beneficio. Dicono che la retribuzione sta semplicemente trasferendo la responsabilità di compiere l'atto di ottenere persino (la vendetta) dalla vittima allo stato.

Tuttavia, altre persone credono che il pensiero della punizione dovrebbe concentrarsi su quello che viene dato alla retribuzione, che è la vittima morta (in caso di omicidio) e non i membri della famiglia della vittima. La retribuzione è come dire la famosa citazione "occhio per occhio, dente per dente! "Il criminale ha commesso sofferenza nella società, quindi deve ricevere sofferenza dalla società.

Tutto sommato, la punizione è pari con il criminale mentre la deterrenza sta facendo qualcosa al criminale in modo da impedire a lui e ad altri potenziali criminali di fare lo stesso torto.