Differenza tra Scioglimento e disintegrazione

Dissoluzione vs disintegrazione

Le sostanze sono tenute insieme da interazioni molecolari e intermolecolari. Queste forze hanno diversi punti di forza. La dissoluzione e la disintegrazione sono due processi in cui queste interazioni molecolari possono essere disturbate e talvolta si formano nuove interazioni.

Dissoluzione

La dissoluzione è il processo di dissoluzione di una sostanza in un solvente. Questa sostanza può essere in fase solida, gas o liquida. Il risultato della dissoluzione è un solvente. I componenti di una soluzione sono principalmente di due tipi, soluti e solventi. Il solvente scioglie i soluti e forma una soluzione uniforme. Quindi, normalmente l'importo del solvente è superiore alla quantità di soluto. Quando si scioglie, il soluto è suddiviso in un livello molecolare, atomico o ionico e queste specie disperse nel solvente. Tutte le particelle in una soluzione hanno la dimensione di una molecola o di un ione, quindi non possono essere osservate con l'occhio nudo. Le soluzioni possono avere un colore se il solvente oi soluti possono assorbire la luce visibile. Tuttavia, le soluzioni sono tipicamente trasparenti. I solventi possono essere in uno stato liquido, gassoso o solido. Solventi più comuni sono liquidi. Tra i liquidi, l'acqua è considerata un solvente universale, perché può sciogliere molte sostanze di qualsiasi altro solvente. Gas, solido o qualsiasi altro soluto liquido può essere sciolto in solventi liquidi. Nei solventi di gas, solo soluti di gas possono essere sciolti. Esiste un limite alla quantità di solventi che possono essere aggiunti ad una certa quantità di solvente.

Per la dissoluzione, il soluto e le sostanze solventi devono essere compatibili. Diciamo questo come "come dissolve come. " Questo significa; se un composto deve essere solubile in un solo mezzo, quel mezzo dovrebbe essere come il soluto. Ad esempio, i soluti polari si dissolvono in mezzo polare, ma non in un mezzo non polare e viceversa. Il tasso di dissoluzione e la quantità di soluti che possono essere sciolti sono governati dalla solubilità. La costante di solubilità dà l'idea di quanto solido può essere sciolto e va alla fase di soluzione in equilibrio. La dissoluzione è un processo cinetico, e per una sostanza da sciogliere, l'energia libera totale dovrebbe essere negativa. La velocità di dissoluzione dipende anche da vari altri fattori. Ad esempio, agitazione, agitazione, riscaldamento, raffreddamento sono alcuni dei modi in cui possiamo aumentare o diminuire la velocità di dissoluzione. Alcune sostanze si dissolvono facilmente mentre alcune sostanze non lo sono. Ad esempio, i composti ionici si dissolvono molto rapidamente in acqua, mentre l'amido è minuziosamente solubile.

La dissoluzione è molto importante per mantenere l'equilibrio in natura. Usiamo principi di dissoluzione per controllare la qualità delle sostanze, nell'industria farmaceutica.

Disintegrazione

La disintegrazione significa abbattere fino a piccoli frammenti, molecole o particelle. Nella chimica i composti si disintegrano durante le reazioni. Oppure possono essere disintegrati quando si dissolvono. Il decadimento radioattivo è un'altra forma di disintegrazione in cui gli elementi radioattivi subiscono una catena di reazioni di decadimento e in ultima analisi si convertono in un altro componente.

Qual è la differenza tra dissoluzione e disintegrazione?

• La dissoluzione è il processo di dissoluzione di una sostanza in un solvente. La disintegrazione significa abbattere a piccoli frammenti, molecole o particelle.

• Dal momento che il soluto si divide in particelle più piccole (non tutte le istanze) in dissoluzione, la dissoluzione è anche un processo di disintegrazione.