Differenza tra DSC e DTA

DSC vs DTA

DSC e DTA sono tecniche termoanalitiche. Entrambi hanno quasi le stesse applicazioni e gli stessi usi nell'analisi, ma le tecniche coinvolte nell'analisi sono diverse. Uno si basa sulla differenza di temperatura mentre l'altro si basa sulla differenza di flusso di calore.

DSC
"DSC" sta per "Calorimetria a scansione differenziale". "È una tecnica termoanalitica. Per questa tecnica sono richiesti un riferimento e il campione che richiede l'analisi. In questa tecnica, la differenza viene calcolata tra la quantità di calore necessaria per aumentare la temperatura del campione e il calore necessario per aumentare la temperatura del riferimento. La temperatura del campione e il riferimento sono mantenuti per tutto il tempo. L'esperimento è progettato in modo tale che la temperatura aumenti in modo lineare nel tempo. Durante la transizione di fase, il calore richiesto è più o meno del riferimento a seconda del processo che è endotermico o esotermico
La tecnica è stata sviluppata da MJ O'Neill e ES Watson nel 1962. Il DSC è in realtà uno strumento sviluppato da Privalov e Monaselidze nell'anno 1964 per misurare con precisione la capacità di calore e l'energia. La differenza nel flusso di calore tra un riferimento e un campione aiuta il DSC a misurare con precisione il calore rilasciato o assorbito durante la fase di transizione.

Durante l'esperimento o la tecnica, si ottiene una curva tra il flusso di calore e la temperatura o il flusso di calore e il tempo. Le entalpie delle transizioni sono calcolate da questa curva. Principalmente gli strumenti DSC sono fondamentalmente un design a flusso di calore, ma altri sono disponibili anche come DSC compensato in potenza.
DSC viene utilizzato per misurare una transizione vetrosa, cambiamenti di fase, evaporazione di purezza, fusione, cristallizzazione di purezza, sublimazione, polimerizzazione, capacità termica, compatibilità, pirolisi, ecc.

DTA
"DTA" sta per "Analisi termica differenziale. "Questa è anche una tecnica termoanalitica. Per gli esperimenti DTA, sono richiesti un riferimento e un campione. La principale differenza tra DTA e DSC è che la tecnica DTA richiede di scoprire la differenza di temperatura tra un campione e un riferimento quando il flusso di calore è mantenuto lo stesso. Il flusso di calore viene mantenuto durante l'esperimento come riferimento oltre al campione e l'osservazione viene effettuata nelle variazioni di fase e nei cambiamenti in altri processi termici.
Lo strumento che utilizza la tecnica DTA per analizzare i processi termici è chiamato strumento DTA. Gli strumenti DTA sono anche utilizzati per misurare una transizione vetrosa, cambiamenti di fase, evaporazione di purezza, fusione, cristallizzazione di purezza, sublimazione, polimerizzazione, capacità termica, compatibilità, pirolisi, ecc.

Riepilogo:

1. "DSC" sta per "Differential Scanning Calorimetry" mentre "DTA" sta per "Analisi termica differenziale". "
2DSC è una tecnica in cui viene calcolata la differenza tra la quantità di calore necessaria (flusso di calore) per aumentare la temperatura del campione e il calore necessario per aumentare la temperatura del riferimento mentre DTA è una tecnica in cui il la differenza viene calcolata tra le temperature richieste dal riferimento e il campione quando il flusso di calore è mantenuto lo stesso per entrambi.
3. DSC è uno strumento basato sulla tecnica DSC utilizzata per misurare il calore rilasciato o assorbito durante la fase di transizione mentre DTA è uno strumento basato sulla tecnica DTA.