Differenza tra commercio equo e libero

Per più di 50 anni GATT ha cercato di elaborare disposizioni per aprire un modo per facilitare e più volume di scambi tra i paesi del mondo. L'accordo generale sul commercio e le tariffe ha infine dato il via all'OMC (Organizzazione mondiale del commercio) che sta lavorando per ridurre le tariffe e i sistemi di quote per smantellare gli ostacoli nel modo migliore delle condizioni di scambio per tutti i paesi del mondo. Il libero scambio è un sogno che concepisce condizioni di parità per le nazioni aderenti in modo che nessun paese soffre per i capricci di un altro paese e nessuno paese nega ad un altro paese la possibilità di commerciare e di beneficiare. C'è un'altra frase in questi giorni e si chiama commercio equo. Dal suo aspetto, sia il commercio libero che il commercio equo rappresentano concetti simili. Ma è davvero così? Prendiamo uno sguardo più da vicino.

Gli avvocati di commercio libero e equo hanno molti obiettivi in ​​comune. Anche se gli avvocati del libero commercio hanno un sogno più grande negli occhi, anche loro cercano di migliorare il lotto di agricoltori poveri in tutto il mondo, che è l'obiettivo principale di coloro che parlano di commercio equo e solidale. È un dato di fatto che in tutte le parti del mondo i produttori sono molto impacciati e non hanno un prezzo giusto per tutti i loro sforzi. In tutto il mondo, ci sono campioni di libero scambio che sembrano fare tutto il possibile per abbassare le tariffe nel commercio internazionale. Anche se tali sforzi sono sempre benvenuti, bisogna capire che i veri beneficiari di questa lotta sono grandi produttori, e anche il governo che procura tutti i prodotti da piccoli agricoltori, e non i poveri agricoltori stessi. Questo è dove i campioni del commercio equo e solidale entrano in scena come sono coloro che sono coinvolti in una lotta per ottenere un giusto compenso per i veri produttori e coltivatori di prodotti agricoli.

Tutto il movimento che si è concentrato sull'abbassamento delle tariffe e delle quote tra i paesi, non si parlava di poveri agricoltori e persino di GATT, e adesso l'OMC ha pensato che tutti i problemi finiranno con l'abbassamento delle tariffe e eliminazione delle quote. Senza dubbio, i sistemi preferenziali di scambi e di restrizioni resteranno danneggiati da paesi economicamente più deboli e non sono stati in grado di migliorare il loro volume di scambi. Con l'obiettivo del libero scambio in vista, il GATT e ora l'OMC hanno avuto un grande successo nell'abbassamento delle tariffe tra i paesi membri, ma tutti i vantaggi sono andati a grandi multinazionali e governi, e non ai poveri agricoltori. Ma ora, le cose stanno muovendo in modo veloce con i campioni del commercio equo e solidale che combattono per i diritti dei poveri agricoltori. Stanno cercando di introdurre disposizioni che aiutino gli agricoltori poveri a livello mondiale un giusto compenso per tutto il loro duro lavoro.

Qual è la differenza tra Fair Trade e Free Trade?

• Il libero scambio è un sogno della comunità internazionale in quanto mira a eliminare gradualmente tutte le tariffe e le quote che conducono a un più e meglio il commercio tra i paesi del mondo.

• Tuttavia, il libero scambio beneficerà le grandi multinazionali ei governi, e non i poveri agricoltori.

• I campioni del commercio equo e solidale stanno cercando di ottenere un prezzo migliore per tutti gli sforzi messi in gioco da agricoltori poveri in tutto il mondo.