Differenza tra infiammabilità e combustibile Differenza tra infiammabilità e combustibile

Infiammabile o combustibile

La combustione o il riscaldamento è una reazione dove il calore è prodotto da una reazione esotermica. La combustione è una reazione di ossidazione. Per una reazione, un combustibile e un ossidante dovrebbero essere presenti. Le sostanze sottoposte alla combustione sono conosciute come carburanti. Questi possono essere idrocarburi come benzina, gasolio, metano o gas idrogeno. Di solito l'agente ossidante è ossigeno, ma possono esserci anche altri ossidanti come il fluoro. Nella reazione, il combustibile viene ossidato dall'ossidante. Quindi questa è una reazione di ossidazione. Quando vengono utilizzati combustibili idrocarburici, i prodotti dopo la combustione completa sono solitamente anidride carbonica e acqua. Nella combustione completa, saranno prodotti pochi prodotti e produrrà la massima energia che il reagente può dare. Tuttavia, per la combustione completa, la fornitura di ossigeno illimitata e costante e la temperatura ottimale dovrebbero essere presenti. La combustione completa non è sempre favorita. La combustione piuttosto incompleta avviene. Se la combustione non avviene completamente, l'ossido di carbonio e altre particelle possono essere rilasciate nell'atmosfera, che possono causare molta inquinamento.

La classificazione delle sostanze infiammabili o combustibili dipende dal punto di infiammabilità. Il punto di infiammabilità di un liquido è la temperatura più bassa alla quale il liquido inizia a bruciare. A questo punto, il liquido emette abbastanza vapori per essere acceso. L'infiammabilità e la combustibilità di una sostanza è qualcosa di importante da prendere in considerazione. Soprattutto nei campi di costruzione, è necessario conoscere queste proprietà di una sostanza. Quasi tutti i luoghi di lavoro hanno sostanze combustibili o infiammabili come carburanti, solventi, detergenti, adesivi, vernici, lucidanti, diluenti ecc. Pertanto, le persone devono essere consapevoli dei loro pericoli e come lavorare in sicurezza con loro.

Combustible

Combustibile significa la capacità di accendere il fuoco. Le sostanze combustibili hanno un punto di infiammabilità superiore o superiore a 37. 8 ° C (100 ° F) e inferiore a 93 °. 3 ° C (200 ° F). Se una sostanza ha una bassa combustibilità, è difficile prendere fuoco. Tuttavia, se una sostanza è più combustibile, allora si devono adottare precauzioni di sicurezza durante la manipolazione. Diesel, cherosene e oli vegetali sono alcuni esempi per liquidi combustibili.

Infiammabile

L'infiammabilità è anche una misura di quanto velocemente le cose si accendano. Le sostanze infiammabili bloccano facilmente il fuoco. I liquidi infiammabili hanno un punto di infiammabilità inferiore a 37. 8 ° C (100 ° F). Benzina, kerosene, propano, gas naturale, butano e metano sono alcune delle sostanze infiammabili. È possibile condurre un test di incendio per verificare il grado di infiammabilità di una sostanza e, sulla base delle informazioni, le sostanze sono valutate.

Qual è la differenza tra combustibile e infiammabile ?

• Le sostanze combustibili hanno un punto di infiammabilità superiore o superiore a 37. 8 ° C e inferiore a 93. 3 ° C (200 ° F). Le sostanze infiammabili hanno un punto di infiammabilità inferiore a 37. 8 ° C (100 ° F).

• Le sostanze infiammabili bloccano il fuoco più velocemente delle sostanze combustibili.

• Le sostanze combustibili emettono più calore di sostanze infiammabili.