Differenza tra legame ionico e covalente

Legame ionico vs covalente
In chimica, una molecola e un composto si formano quando due o più atomi si connettono tra loro tramite un processo chimico noto come legame. Esistono due tipi di legame chimico "" covalente e ionico. Nella forma ionica del legame chimico, gli atomi che sono collegati tra loro, lo fanno attirando ioni che hanno la carica opposta e il numero di elettroni che vengono scambiati nel processo può variare. Nel legame chimico, tuttavia, gli atomi condividono gli elettroni.

Nel legame ionico, gli elettroni sono totalmente trasferiti da uno degli atomi di legame all'altro. Sono le forze elettrostatiche a rendere gli ioni con carica opposta per attrarsi l'un l'altro. Ad esempio, in un legame ionico tra sodio e cloro, il sodio perde il suo unico elettrone che è caricato positivamente allo ione con carica negativa del cloro. Nel legame ionico, l'atomo che perde il suo elettrone si restringe e l'atomo che guadagna elettroni cresce di dimensioni. Questo non è così nel legame covalente in cui gli ioni sono condivisi allo stesso modo. Il legame covalente avviene quando gli atomi si verificano perché gli atomi nel composto hanno una capacità simile di guadagnare e perdere ioni. Quindi, i legami ionici possono formarsi tra metalli e non metalli mentre, i legami covalenti si formano tra due non metalli.

I legami ionici possono anche essere sciolti in acqua e altri tipi di solventi polari. Inoltre, i composti ionici sono ottimi conduttori di elettricità. I legami ionici portano anche alla formazione di solidi cristallini con un'alta temperatura di fusione. I composti ionici sono anche sempre solidi.

Nel frattempo, a differenza del legame ionico, il legame covalente richiede che le molecole esistano nella loro vera forma e quindi, le molecole covalenti non sono attratte l'una dall'altra ma esistono liberamente in liquidi o gas a temperatura ambiente. Il legame covalente può anche portare a legami multipli a differenza del legame ionico. Questo perché alcuni atomi hanno la capacità di condividere più coppie di elettroni formando così più legami covalenti allo stesso tempo.