Differenza tra divieto di viaggio e stato di emergenza

Il divieto di viaggio e lo stato di emergenza sono due situazioni uniche decise e implementate dal governo nazionale di un determinato paese. Lo stato di emergenza è una situazione in cui il governo ha il diritto di compiere azioni e prendere decisioni a cui normalmente non sarebbe permesso. Lo stato di emergenza può essere dichiarato solo in situazioni molto specifiche, come disastri naturali (per esempio uragani, terremoti, ecc.), Guerre e disordini civili. Quando viene dichiarato lo stato di emergenza, i cittadini potrebbero non essere in grado di godere di tutti i loro diritti e alcune libertà (cioè libertà di movimento) potrebbero essere revocate o limitate. Il divieto di viaggio può essere una delle misure parte dello stato di emergenza o può essere una decisione separata presa dal governo locale. I due concetti hanno implicazioni diverse per i cittadini e hanno diverse definizioni legali.

Cos'è il Travel Ban?

Il termine divieto di viaggio può riferirsi a varie situazioni e può applicarsi a un intervallo ampio o ristretto per gli individui. Ad esempio, in diplomazia, il termine persona non grata si riferisce a un individuo non gradito a cui può essere vietato di rimanere o entrare in un determinato paese. In questo caso, il divieto di viaggio si applica solo alla persona non grata, che è spesso un diplomatico straniero o un politico.

In altri casi, il divieto di viaggio può essere esteso a intere comunità oa tutti i cittadini di un paese straniero. L'esempio più recente e eclatante è il divieto di viaggio emanato da Donald Trump all'inizio del suo mandato come 45 th Presidente degli Stati Uniti. Poco dopo la sua elezione, Trump ha firmato l'Ordine esecutivo 13769, chiamato " Proteggere la nazione dall'entrata del terrorista straniero negli Stati Uniti", che è stato sostituito dall'ordine esecutivo 13780 nel marzo 2017. I due ordini hanno interessato sette (più tardi sei, quando l'Iraq fu rimosso dalla lista) Paesi a maggioranza musulmana. In particolare, il secondo ordine includeva disposizioni che:

  • Ammissione drasticamente limitata di immigrati provenienti da Iran, Somalia, Yemen, Siria, Sudan e Libia;
  • Ammissione sospesa di rifugiati (in particolare rifugiati siriani) per 120 giorni; e
  • Sospeso il Programma di ammissione dei rifugiati degli Stati Uniti (USRAP) per 120 giorni.

Il divieto di viaggiare di Trump ha suscitato scalpore negli Stati Uniti e in tutto il mondo e diversi giudici federali si sono pronunciati contro gli ordini esecutivi.

Qual è lo stato di emergenza?

Lo stato di emergenza è una situazione in cui un governo nazionale può intraprendere azioni e prendere decisioni a cui normalmente non sarebbe consentito. Lo stato di emergenza deve essere ufficialmente dichiarato dal governo e si applica solo in situazioni specifiche ed estreme, tra cui:

  • Disastro naturale;
  • Disordini civili;
  • Minaccia terroristica; e
  • Guerra o conflitto armato.

Ai sensi del diritto nazionale e internazionale, quando viene dichiarato lo stato di emergenza, i diritti e le libertà individuali e collettivi possono essere sospesi. Ad esempio, le persone possono essere trattenute in detenzione senza processo e gli si può impedire di lasciare o entrare nel paese. Tuttavia, non tutti i diritti possono essere sospesi e quelli che non possono essere derogati sono elencati nell'articolo 4 del Patto internazionale sui diritti civili e politici (ICCPR). Tali diritti includono:

  • Diritto alla vita;
  • Libertà dalla tortura e dai maltrattamenti;
  • Libertà dalla schiavitù;
  • Libertà dalla privazione arbitraria della libertà.

In base al diritto internazionale (e in particolare all'ICCPR), per essere valido, lo stato di emergenza deve essere dichiarato pubblicamente e il Segretario generale delle Nazioni Unite deve essere immediatamente contattato. Il governo che dichiara lo stato di emergenza deve inoltre dichiarare il motivo dell'emergenza, la data di inizio, i tempi previsti e le deroghe previste per i diritti.

Somiglianze tra Travel Ban e State of Emergency

Sebbene siano giuridicamente differenti e abbiano implicazioni diverse, lo stato di emergenza e il divieto di viaggio possono avere alcuni aspetti comuni. Ad esempio, il divieto di viaggio (o la limitazione della libertà di movimento) può essere una delle conseguenze di uno stato di emergenza dichiarato. Altre similitudini includono:

  • Entrambe sono situazioni uniche ed eccezionali che derogano, sospendono o alterano diritti individuali e / o collettivi per un dato periodo;
  • Entrambi sono dichiarati e implementati da un governo;
  • Entrambi possono essere scatenati da minacce o pericoli per un paese o per individui di alto livello all'interno di un paese;
  • Entrambi limitano il diritto alla libertà di movimento delle persone, sebbene lo stato di emergenza raramente colpisca interi paesi;
  • Entrambi possono essere revocati e / o sospesi dal governo; e
  • Entrambi possono essere usati come strumenti politici e diplomatici per proteggere gli interessi di un determinato paese.

Lo stato di emergenza e il divieto di viaggio sono strumenti politici e diplomatici e ambedue mirano a proteggere gli interessi e la sicurezza di un paese. In entrambi i casi, le limitazioni alla libertà di circolazione possono essere imposte sia ai cittadini dei paesi che agli stranieri che cercano di lasciare o entrare nello stesso paese.

Qual è la differenza tra Travel Ban e State of Emergency?

Oltre a poche somiglianze legate alla loro natura politica e diplomatica, il divieto di viaggio e lo stato di emergenza sono molto diversi. Alcune delle principali differenze includono:

  1. Lo stato di emergenza riguarda vari diritti individuali e collettivi ed è la risposta diretta a una minaccia esterna o interna. Ad esempio, la Francia ha dichiarato lo stato di emergenza immediatamente dopo la serie di attacchi terroristici a Parigi il 13 novembre 2015. Viceversa, il divieto di viaggio riguarda solo la libertà di movimento delle persone - sebbene l'incapacità di entrare o uscire da un paese possa avere varie conseguenze ;
  2. Lo stato di emergenza è regolato dalla legge nazionale e internazionale.Tutte le costituzioni nazionali comprendono disposizioni riguardanti le misure da adottare in caso di minacce terroristiche, conflitti armati o disordini civili. Inoltre, anche se dichiarasse lo stato di emergenza, il governo non può sospendere o derogare alcuni dei diritti inalienabili degli individui, incluso il diritto alla vita. Viceversa, il divieto di viaggio è spesso le decisioni unilaterali del governo ed è regolato in base alla legislazione del paese. Tuttavia, un divieto di viaggio può avere conseguenze internazionali; e
  3. Il Segretario Generale delle Nazioni Unite deve essere immediatamente contattato in caso di stato di emergenza, mentre il coinvolgimento delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali non è richiesto in caso di divieto di viaggio.

Travel Ban vs State of Emergency

Basandoci sulle differenze delineate nella sezione precedente, possiamo identificare pochi altri fattori che differenziano il divieto di viaggio dallo stato di emergenza.

Travel Ban Stato di emergenza
Durata Se il divieto di viaggio è diretto verso un individuo (generalmente un diplomatico o un politico), può persino essere permanente. In altri casi, può durare fino a pochi mesi, ma può essere ripristinato, modificato e prolungato. La durata dello stato di emergenza dovrebbe essere anticipata quando viene dichiarato lo stato di emergenza. Tuttavia, nella maggior parte dei casi la scadenza non viene rispettata e lo stato di emergenza continua per periodi più lunghi.
Soggetti interessati Il divieto di viaggio può essere diretto contro una singola persona o contro interi paesi. Ad esempio, l'ordine esecutivo firmato da Donald Trump impedisce ai cittadini di sei paesi a maggioranza musulmana di entrare negli Stati Uniti per 120 giorni. Lo stato di emergenza spesso colpisce i cittadini del paese che lo ha dichiarato, ma può anche interessare gli stranieri, gli immigrati e i turisti poiché spesso comporta misure di sicurezza e procedure di controllo più severe e severe.
Implicazioni Il divieto di viaggio è spesso una misura preventiva adottata per proteggere il paese da possibili minacce e / o rimuovere un persona non grata dal paese. Lo stato di emergenza è spesso una misura reattiva presa dopo un attacco terroristico o l'esplosione di disordini civili o conflitti armati. Può essere esteso anche dopo che la minaccia è sparita.

Riepilogo

Il divieto di viaggio è un'azione intrapresa dal governo per prevenire o limitare i movimenti da e verso il paese. Il divieto viola la libertà di movimento di uno o più individui e può essere diretto verso una singola persona (spesso un diplomatico o un politico straniero che, altrimenti, godrebbe dell'immunità diplomatica nel paese) o verso un numero più ampio di persone. Ad esempio, il divieto di viaggio emesso recentemente dal presidente Trump U. S. colpisce i cittadini di sei paesi a maggioranza musulmana. Il divieto di viaggio può essere sia una misura preventiva che una misura reattiva per difendere gli interessi e la sicurezza di un determinato paese.

Lo stato di emergenza è una situazione in cui il governo ha la capacità di intraprendere azioni e prendere decisioni che altrimenti non sarebbero consentite.Lo stato di emergenza è dichiarato in risposta a minacce terroristiche, disordini civili e / o conflitti armati e deve essere dichiarato ufficialmente dal governo del paese. Durante lo stato di emergenza, alcuni diritti individuali e collettivi possono essere revocati o derogati, ma i diritti fondamentali delineati nell'articolo 4 del Patto internazionale sui diritti civili e politici (diritto alla vita, diritto alla libertà dalla schiavitù, ecc.) Non possono essere derogato. Lo stato di emergenza può influire sul diritto alla libertà di circolazione dei cittadini e degli stranieri all'interno del paese.