Differenza tra UCS-2 e UTF-16

UCS-2 vs UTF-16

UCS-2 e UTF-16 sono due schemi di codifica dei caratteri che usano 2 byte, che consiste di 16 bit, per rappresentare ciascuno carattere; quindi i suffissi 2 e 16. La principale differenza tra UCS-2 e UTF-16 è quella che viene utilizzata oggi. UCS-2 è uno schema precedente che è stato considerato obsoleto e sostituito con il più recente e potente UTF-16.

UCS-2 è una codifica a larghezza fissa che utilizza due byte per ogni carattere; nel senso, può rappresentare fino a un totale di 216 caratteri o poco più di 65 mila. D'altra parte, UTF-16 è uno schema di codifica a larghezza variabile che utilizza un minimo di 2 byte e un massimo di 4 byte per ogni carattere. Ciò consente a UTF-16 di rappresentare qualsiasi carattere in Unicode mentre utilizza uno spazio minimo per i caratteri più comunemente utilizzati. Per la maggior parte dei 65.000 caratteri, UCS-2 e UTF-16 hanno identici punti di codice; quindi sono in gran parte equivalenti. Ciò consente alle applicazioni UTF-16 di interpretare correttamente i codici UCS-2. Ma il contrario non funzionerebbe a causa dei numerosi miglioramenti in UTF-16.

Uno di questi miglioramenti è la capacità di rappresentare script che vanno da destra a sinistra piuttosto che da sinistra a destra. In UTF-16 gli script possono identificare la direzionalità, consentendo così all'applicazione di rappresentare correttamente le parole che sono memorizzate nel codice. UCS-2 manca di questa capacità quindi non funzionerà con script come arabo ed ebraico, che si spostano da destra a sinistra. Un'altra caratteristica di UTF-16 è la normalizzazione. La normalizzazione tratta le parole che significano la stessa cosa ma sono rappresentate in modo diverso identico. Ad esempio, le parole "can not" e "can not" sono identiche poiché quest'ultima è solo una contrazione della prima. Questo è molto importante, specialmente quando si cercano tali parole, in quanto consentirebbero risultati di ricerca più completi. In UCS-2, questo non si verifica automaticamente, quindi l'applicazione deve implementare tale funzionalità da sola.

Non c'è davvero alcun motivo per scegliere UCS-2 su UTF-16, oltre ad avere un'applicazione che non ha bisogno di supportare UTF-16. In tutti gli aspetti, UTF-16 è superiore a UCS-2. Inoltre è ampiamente retrocompatibile, quindi non devi preoccuparti dei file codificati in UCS-2.

Riepilogo:

  1. UCS-2 è obsoleto e da allora è stato sostituito con UTF-16
  2. UCS-2 è uno schema di codifica a larghezza fissa mentre UTF-16 è uno schema di codifica a larghezza variabile
  3. UTF-16 applicazioni in grado di leggere file UCS-2 ma non viceversa
  4. UTF-16 supporta il diritto di lasciare script mentre UCS-2 non supporta
  5. UTF-16 supporta la normalizzazione mentre UCS-2 non