Differenza tra quantità vettoriale e quantità scalare

Vector Quantity vs Scalar Quantità

È risaputo che la maggior parte delle quantità fisiche che si incontrano in fisica si dividono in due categorie. Sono o quantità vettoriali o quantità scalari. Per avere un'idea di cosa sia una quantità scalare, è opportuno elencare alcuni esempi. Tempo, velocità, temperatura e volume sono solo alcuni esempi di una quantità scalare.

Considerando le unità che definiscono il tempo; ore, minuti e secondi, sono semplicemente una rappresentazione del tempo. Non hanno la capacità di definire la direzione in cui il tempo si sta muovendo. Questo componente è completamente mancante. D'altra parte, quando si lavora con una quantità di vettori, è necessario avere la capacità di rappresentarlo in termini di direzione.

Le quantità vettoriali e scalari sono state oggetto di molti dibattiti tra gli scienziati per molti anni. Ci sono voluti numerosi studi e documenti per far emergere chiare distinzioni tra le due entità. Al giorno d'oggi, è facile stabilire quale sia una quantità scalare da una quantità vettoriale. Per lavorare con i vettori, devi essere in grado di rappresentarlo in termini di direzione.

La differenza tra la quantità di vettori e la quantità scalare è abbastanza chiara. A causa dell'avanzamento della tecnologia, il flusso di informazioni è stato reso abbastanza facile e accessibile a chiunque sia interessato. Se hai bisogno di imparare qualcosa, tutto ciò che devi fare è digitare la parola chiave, e le informazioni vengono visualizzate per te.

Ci sono due elementi che definiscono cosa è una quantità di vettore senza la quale ciò che è non può essere definito come tale. Allo stesso modo, una quantità scalare è definita da un elemento. Se manca, non c'è alcuna quantità scalare. La magnitudine è l'unica cosa che può definire una quantità scalare.

Pertanto, la differenza principale tra una quantità vettoriale e una quantità scalare è che una quantità vettoriale ha sia la grandezza che la direzione mentre una quantità scalare ha solo grandezza e nessuna direzione. Alcune quantità scalari aggiuntive sono; energia, massa e densità. Questi rappresentano anche una grandezza ma non possono definire una direzione specifica.

La differenza tra la quantità vettoriale e la quantità scalare è che la magnitudine nel vettore deve essere in grado di muoversi in una determinata direzione. Se non può muoversi in quella determinata direzione, la scienza lo squalifica dall'essere una quantità vettoriale. Nello stesso respiro, una quantità scalare ha solo la grandezza con cui si qualifica come quantità scalare. Non appena inizia a muoversi in una determinata direzione, i parametri cambiano e non è più una quantità scalare.

La differenza tra la quantità vettoriale e la quantità scalare è che in una quantità vettoriale, la lunghezza di un vettore rappresenta la magnitudine.La freccia, d'altra parte, mostra la direzione in cui si sta muovendo la magnitudine.

Riepilogo:

1. Le differenze tra la quantità di vettore e la quantità scalare sono:

2. La quantità di vettore ha sia la grandezza che la direzione.

3. La quantità scalare ha solo la grandezza e nessuna direzione data.