Differenze tra un fulvo e un satiro

Fawn vs Satyr

Se sei un fan della mitologia, probabilmente ti imbatterai in creature mitiche diverse e varie. Di solito, la mitologia greca presenta creature sorprendentemente diverse che sono per lo più un prodotto di un'immaginazione sconclusionata. Riesci a immaginare che le ninfe abbiano varietà diverse a seconda del luogo in cui vivono? Le ninfe del legno sono nella foresta, le ninfe dei fiumi per i corpi d'acqua e ci sono persino ninfe d'aria che occupano i cieli. Sono presenti anche molti altri personaggi colorati e sconcertanti. Pegaso, il cavallo alato che è bianco e splendente è una razza mista tra un unicorno e uno stallone. La chimera e l'idra sono dei vili mostri che possono svegliarti nel cuore della notte.

Altri personaggi includono anche cerbiatti e satiri. Sono preziosi per il dio del vino Bacco perché questo personaggio ama la foresta e tutto ciò che è verde e vivente. E queste creature sono alcune di loro. Tuttavia, potresti essere confuso tra i due perché ci sono alcuni pezzi letterari e articoli di altri documenti che li citano in modo intercambiabile.

I satiri sono in realtà creature mitiche nate dall'antica cultura e letteratura greca. Sono spesso descritti come metà uomo e metà capra. Se guardi il film Disney Ercole, il mentore di Ercole è un satiro. Questo ti darebbe un'idea migliore di come fosse un satiro. Un cerbiatto, d'altra parte, è stato intorno durante l'antica civiltà romana. Sono in realtà metà uomo e metà cervo. Certo, entrambi hanno le corna, ma le loro personalità possono essere molto diverse. Una capra è raunchier, volgare, rozza e oscena. In realtà sono meno spiacevoli con altre persone o altre creature, per questo. Un cerbiatto, d'altra parte, ha più finezza, eleganza, grazia e equilibrio. In realtà sono più favoriti dai romani.

I cerbiatti, nei testi originali, hanno i piedi che assomigliano agli umani '; tuttavia, un satiro ha gli zoccoli invece molto simili a quelli di una capra. Bacco, il dio del vino dei greci, è stato detto di essere il compagno costante del satiro. Come Bacco, i satiri sono noti per aver avuto spinte più grandi e più aggressive come i piaceri sessuali rispetto a quelli dei cerbiatti. Entrambi, tuttavia, sono visti come abitanti delle foreste e sono entrambi amanti degli alberi e della vita del bosco in particolare.

Per i romani, i cerbiatti sono visti come l'incarnazione della paura, specialmente quando si viaggia o si visitano foreste lontane e inesplorate. Ci sono stati alcuni racconti di incontri da fawn, ma nessuno è stato conclusivo o accurato.

Un cerbiatto, essendo un cervo, ha corna naturali e aggraziate. Tuttavia, con il satiro, devono guadagnarselo dolorosamente e con molto ardore e fatica.Guadagnarlo significherebbe fare una buona azione o essere in favore degli dei.

Quando confronti gli sguardi o le apparenze fisiche, i satiri sono meno belli e meno belli delle loro controparti fulve. Spesso i cerbiatti sono considerati più gentili e innocenti. Sono anche più belli e attraenti da guardare. I satiri sono generalmente raffigurati in modo un po 'goffo e inetto; sono anche spesso descritti come aventi troppi capelli con occhi piccoli e una bocca enorme e vorace. Spesso sono anche raffigurati come schiavi della gola e troppa bevutezza e dissolutezza rispetto alle loro controparti fulmine più sofisticate.

I cerbiatti sono considerati geni, talentuosi e più ben informati. I satiri sono generalmente raffigurati come qualcuno sciocco, credulone, birichino, malizioso e maleducato.

Alcuni film famosi di Hollywood hanno anche presentato e incorporato cerbiatti in film di successo. Se hai visto Le Cronache di Narnia, un fulvo è stato messo in evidenza lì come l'amico della bambina che ha visto il magico guardaroba. Nel film Percy Jackson e il ladro di fulmini, il migliore amico del protagonista è un satiro.

Riepilogo:

  1. Si dice che i satiri siano metà uomo e metà capra. Nel frattempo, i cerbiatti sono metà uomo e metà cervo.

  2. I cerbiatti hanno più grazia, equilibrio e finezza dei satiri.

  3. I satiri erano derivati ​​dalla letteratura greca antica mentre i cerbiatti provenivano dalla letteratura romana.

  4. I satiri sono noti per avere più unità di cerbiatti, come quella dei piaceri sessuali.

  5. Si dice che i cerbiatti siano più intelligenti dei satiri.