Differenza tra destrosio e saccarosio

Introduzione

Lo zucchero fa parte della nostra dieta quotidiana che agisce come una fonte di energia per il corpo . Mentre alcune persone temono che mangiare zucchero possa essere dannoso per la loro salute, senza zucchero molte funzioni corporee di base smetterebbero di funzionare correttamente [1]. Gli alimenti sono spesso addolciti con vari tipi di zuccheri come glucosio, saccarosio, fruttosio e così via e mentre è facile presumere che tutti questi sono unici nel loro genere, è importante guardare oltre questo e oltre alla biochimica e nutrizionale valore dei diversi tipi di molecole di zucchero. Al di là delle strutture chimiche di base, ciascuno di questi tipi di zucchero si differenzia in base alle loro proprietà, funzioni e disponibilità, rendendo alcuni dei nostri corpi migliori di altri.

Tipi di zuccheri

Ci sono molti diversi tipi di zucchero che formano una fonte di carburante per il corpo. Questi vengono digeriti e assorbiti in modo diverso in base alla loro struttura individuale [5]. Lo zucchero è ampiamente diviso in tre gruppi diversi: zucchero, oligosaccaridi e polisaccaridi con il gruppo zucchero che viene ulteriormente suddiviso in classi di monosaccaridi, disaccaridi e polioli [1]. I monosaccaridi e i disaccaridi formano due tipi di zuccheri semplici, mentre gli oligosaccaridi e i polisaccaridi contengono più zuccheri e sono noti come carboidrati complessi.

Poiché i monosaccaridi sono zuccheri semplici, richiedono il minimo sforzo per essere scomposti dal corpo, il che significa che sono disponibili per l'utilizzo di energia più rapidamente di altre molecole di zucchero. Non richiedono alcuna forma di digestione. Esempi comuni di monosaccaridi comprendono glucosio, fruttosio e galattosio. I disaccaridi d'altra parte sono formati con due monosaccaridi uniti da un legame glicosidico. Esempi comuni includono saccarosio, lattosio e maltosio con digestione di disaccaridi che di solito si verificano nell'intestino tenue [2].

Destrosio e saccarosio

Il destrosio e il saccarosio sono entrambi zuccheri e mentre sono simili e utilizzati in modo simile all'interno del corpo, sono spesso confusi come zuccheri identici che non è vero. Lo zucchero stesso è un termine generico mentre il destrosio forma uno specifico tipo di zucchero [2]. Il saccarosio è un carboidrato complesso e un disaccaride costituito da due diverse molecole di zucchero.

Struttura della molecola di saccarosio

Il saccarosio forma una molecola di disaccaride composta da due unità di zucchero. Contiene un anello basico di glucosio che è combinato chimicamente con un altro monosaccaride di fruttosio. Ha la formula chimica C 12 H 22 O 11 . Il nome chimico ufficiale è saccarosio e il nome convenzionale è zucchero da tavola [3]. Il saccarosio è molto più dolce in quanto contiene sia destrosio che fruttosio e poiché il fruttosio stesso è molto più dolce del solo destrosio.Il saccarosio è meglio conosciuto come zucchero da tavola che viene comunemente estratto dallo zucchero di canna e dalle barbabietole da zucchero.

Struttura della molecola di destrosio

La molecola di destrosio è estremamente ricca in natura e può essere trovata in numerosi tessuti vegetali e animali. Il destrosio è un monosaccaride ed è definito semplicemente come una forma di glucosio o un semplice carboidrato. Mentre i termini glucosio e destrosio sono usati in modo intercambiabile, c'è una leggera differenza tra destrosio e glucosio. Si dice che il glucosio abbia due diverse disposizioni molecolari. Questi sono noti come isomeri e mentre contengono le stesse molecole, la disposizione delle molecole è diversa in modo tale che si specchiano. Questi isomeri sono noti come L-glucosio e D-glucosio con la successiva formazione della molecola di destrosio.
Il destrosio e il glucosio sono entrambi costituiti da una sola molecola di zucchero, il che significa che è costituito da un singolo anello di zucchero. Quindi si può dire che il destrosio forma anche un componente del saccarosio. Il destrosio ha una formula chimica di C 6 H 12 O 6 . Di solito si verifica da solo come zucchero semplice ma può essere combinato in molecole più grandi con unità aggiuntive di destrosio per formare carboidrati più grandi come l'amido. Può anche essere combinato con altre unità di monosaccaridi. Le piante immagazzinano destrosio come amido in modo che sia facilmente estratto dall'amido di mais per creare un dolcificante.

Digestione e assorbimento

Poiché il destrosio ha una struttura molto semplice, non richiede alcuna digestione e viene assorbito direttamente nel flusso sanguigno. Il saccarosio, d'altra parte, è troppo grande per l'assorbimento diretto e richiede la digestione usando l'enzima sucrasi che si trova nell'intestino tenue. Il saccarosio viene scomposto in monosaccaridi prima di essere adsorbito nel flusso sanguigno. Una volta che questi monosaccaridi sono adsorbiti, queste unità che sono inizialmente scomposte dal saccarosio agiranno allo stesso modo delle molecole di destrosio puro. Dopo l'adsorbimento nel flusso sanguigno, l'insulina ormonale interviene per favorire l'assorbimento del glucosio nelle cellule dove viene quindi metabolizzato in energia per l'uso immediato.

Uso cellulare

I destrosio e i monosaccaridi di saccarosio scomposti sono usati per una varietà di scopi. Possono essere bruciati per l'energia immediata o convertiti in glicogeno o grasso e conservati fino al momento del bisogno dal corpo. Per conservare e immagazzinare carburante, il corpo converte il glucosio in eccesso che non è necessario immediatamente nel glicogeno che forma un carboidrato che viene immagazzinato nel fegato e nei muscoli. Il glicogeno fornisce una maggiore quantità di zucchero nel sangue quando i livelli scarseggia di solito durante i pasti, di notte durante il sonno o durante allenamenti fisici intensi. Attraverso la glicogenesi, il fegato crea catene di glicogeno contenenti centinaia di molecole di glucosio che sono collegate attraverso legami chimici. Il corpo quindi abbattere il glicogeno per l'energia quando le fonti primarie non sono disponibili per evitare gocce di zucchero nel sangue. D'altra parte il grasso fornisce una lunga riserva di energia. Nonostante formi una delle principali fonti di energia, il consumo eccessivo di glucosio può portare al diabete di tipo 2.Dextrose d'altra parte è specificamente utilizzato nei liquidi per via endovenosa per trattare la disidratazione o per fornire calorie in eccesso quando si consumano cibi complessi di carboidrati.

Produzione di energia

Lo scopo principale di saccarosio e destrosio è di fornire una fonte di energia al corpo. Una volta consumato, il destrosio è pronto per essere adsorbito nel flusso sanguigno mentre gli enzimi digestivi sono necessari per separare il saccarosio prima dell'adsorbimento. Questo rallenta la digestione del saccarosio che a sua volta si traduce in un livello costante di zucchero nel sangue e livelli energetici sostenuti. Inoltre, poiché il saccarosio forma un carboidrato complesso; è anche in grado di fornire più vitamine e minerali del destrosio che forma uno zucchero semplice che provoca salti acuti nei livelli di zucchero nel sangue.

Tutte le molecole di zucchero hanno il potenziale per influenzare lo zucchero nel sangue, ma lo influenzano in modo diverso. I livelli di zucchero nel sangue sono comunemente misurati dall'indice glicemico. Questo indice valuta il cibo in base alla velocità con cui aumentano i livelli di zucchero nel sangue con glucosio puro a un punteggio di 100 e saccarosio semplice a un punteggio di 68. Le molecole con un punteggio di 70 o superiore indicano che si verificherà un grande salto di zucchero nel sangue. Pertanto si può affermare che il glucosio causerà un salto rapido e ampio mentre il saccarosio, d'altra parte, ha solo un effetto moderato sui livelli di zucchero nel sangue. La maggior parte di frutta e verdura contiene quantità variabili di destrosio e saccarosio, tuttavia il contenuto di fibre presenti nelle rispettive fonti di frutta e verdura cambierà l'impatto glicemico complessivo dei singoli tipi di zucchero [3]. La fibra è nota per rallentare la digestione dei carboidrati, quindi il destrosio e il saccarosio possono entrare nel flusso sanguigno a un ritmo più graduale.

Fonti e usi commerciali

La maggior parte delle fonti commerciali di saccarosio proviene dal contenuto naturale di zucchero della canna da zucchero o delle barbabietole da zucchero. Questi zuccheri naturali vengono raffinati in gradi diversi per produrre diverse varietà di zucchero semolato, in polvere o marrone e zuccheri speciali come il muscovado. Inoltre, alcuni sottoprodotti vengono utilizzati nella produzione di melassa [4]. Il destrosio invece è prodotto commercialmente dall'amido di mais e può essere ottenuto da fonti di amido come mais, riso, grano e manioca. Il destrosio è molto meno dolce del saccarosio ed è comunemente usato come dolcificante in molti alimenti confezionati e trasformati perché è economico e comunemente disponibile. Viene anche usato per stabilizzare i coloranti alimentari e per estendere la durata di conservazione degli alimenti confezionati.

Tabella 1: Riassunto delle principali differenze tra destrosio e saccarosio

Destrosio Saccarosio
Il destrosio è un monosaccaride costituito da una singola unità di zucchero Il saccarosio è un disaccaride costituito da due unità di zucchero - glucosio e fruttosio
Il destrosio ha una formula chimica di C 6 H 12 O 6 Il saccarosio ha una formula chimica di C 12 H < 22 O 11 Più comunemente noto come glucosio
Più comunemente noto come zucchero da tavola Sostanze chimiche: D-glucosio o L-glucosio
Sinonimi chimici: saccarosio > Meno dolce del saccarosio Più dolce del destrosio
Il destrosio è un semplice zucchero e quindi metabolizzato più rapidamente Il saccarosio è un carboidrato complesso e viene metabolizzato più lentamente.
Comunemente trovato in grani, amidi vegetali, pane e cereali Comunemente trovato in zucchero da tavola, miele e sciroppo
Risultato in punte acuminate e gocce nei livelli di zucchero nel sangue Risultati in livelli di zucchero nel sangue più saldi e sostenuti energia
Risultati in improvvisi aumenti dei livelli di energia seguiti da bruschi cali Risultati in livelli di energia sostenuta per periodi di tempo più lunghi