Differenza tra distanza e spostamento

Che cos'è la distanza?

La distanza è definita come una quantità scalare, cioè ignora la direzione e riguarda solo la dimensione o la grandezza. È l'intervallo tra i punti e descrive quanto terreno è effettivamente coperto tra due o più punti. La distanza totale verrebbe calcolata sommando tutti gli intervalli.

A differenza dei valori vettoriali, la distanza non viene mai indicata usando una freccia poiché viene contata solo la dimensione, la direzione non è preoccupante.

La distanza è una quantità fisica che può essere misurata e ha unità specifiche, unità SI (sistema metrico) o unità inglesi.

Nella scienza usiamo il sistema metrico, con il metro come unità di lunghezza standard. Il metro è definito come la distanza percorsa dalla luce in 1/299, 792, 458 di secondo nel vuoto.

La distanza è la velocità moltiplicata per il tempo. Poiché la distanza è correlata sia alla velocità che al tempo, se conosciamo due di questi valori possiamo ottenere il terzo.

  • Ciò significa che se abbiamo velocità e distanza, possiamo determinare il tempo e
  • se abbiamo tempo e distanza possiamo determinare la velocità.

La distanza può essere solo positiva ed è un valore assoluto. Anche la distanza percorsa può talvolta essere maggiore del valore per lo spostamento.

La distanza può anche essere misurata lungo una linea non diritta di avvolgimento. Non deve necessariamente essere una misurazione lineare.

La distanza totale non è il percorso più breve ma gli intervalli accumulati, non importa dove si inizia o finisce. La distanza totale coperta sarebbe la stessa indipendentemente dal numero di volte in cui la direzione cambia, quindi ci si potrebbe spostare verso sud, nord, est o ovest. Non farebbe differenza, semplicemente riassumendo il percorso per ricavare la distanza totale percorsa.

Che cos'è lo spostamento?

Lo spostamento è definito come il cambiamento nella posizione di un oggetto che tiene conto sia del suo punto di partenza che di quello finale. Il movimento è relativo a un punto di riferimento, qui rispetto al punto di partenza.

Lo spostamento è una quantità di vettori che ha sia la grandezza che la direzione.

In Fisica, lo spostamento è indicato usando una freccia (vettore). La freccia viene disegnata dal punto in cui un oggetto inizia e finisce dove finisce l'oggetto.

  • La lunghezza della freccia o del vettore corrisponde alla grandezza del movimento
  • mentre la freccia stessa indica la direzione del movimento.

Il dislocamento può avere valori sia positivi che negativi e può persino essere zero.

  • I valori negativi vengono utilizzati per indicare una modifica a sinistra. g. -1m
  • I valori positivi vengono utilizzati per indicare una modifica a destra. Per esempio. 1m

Riguarda il cambio di posizione dal punto di partenza, non necessariamente la rotta percorsa.Il dislocamento è la distanza e il percorso più brevi dall'inizio alla fine. Un modo semplice per indicare lo spostamento è quindi semplicemente disegnare una freccia dal punto iniziale al punto finale attraverso il percorso più breve.

L'unità SI per lo spostamento è anche il metro ma a differenza della distanza, viene sempre misurata lungo una linea retta.

Poiché lo spostamento prende in considerazione il cambio di direzione, può annullare la distanza percorsa. Ad esempio, se una persona cammina 10m verso ovest e poi si gira e torna indietro di 10 metri verso est, lo spostamento è 0. Camminare esattamente nella stessa direzione nella direzione opposta annulla la distanza percorsa, quindi nessun spostamento.

Tuttavia, se la persona cammina a 20 m verso destra, in linea retta, lo spostamento sarà uguale alla distanza poiché qui la distanza è il percorso più breve ed è a destra, quindi lo spostamento è un valore positivo.

Un oggetto potrebbe muoversi in modo tortuoso, ma lo spostamento sarebbe la linea più corta, la distanza più breve dall'inizio alla fine.

In Fisica, lo spostamento è scritto Δx, dove Δ rappresenta il cambiamento nella posizione spaziale e x o rappresenta il punto di partenza. Una formula per lo spostamento sarebbe quindi: Δx = x f - x o . La posizione finale è rappresentata da x f . Si sottrae sempre il punto iniziale iniziale dal punto finale finale.

La velocità è la velocità media ed è quindi basata sul cambiamento di posizione rispetto al cambiamento nel tempo. È anche una quantità vettoriale, quindi viene calcolata come lo spostamento diviso per il cambiamento nel tempo.

Qual è la differenza tra distanza e spostamento?

  1. La distanza è una misura scalare mentre lo spostamento è un vettore.
  2. Lo spostamento è indicato da una freccia mentre la distanza non viene mai indicata con una freccia.
  3. La distanza considera solo la magnitudo mentre lo spostamento tiene conto sia della magnitudine sia della direzione.
  4. Il dislocamento può avere valori sia positivi che negativi, mentre la distanza può avere solo valori positivi.
  5. Il delta Δ del simbolo viene utilizzato per lo spostamento, mentre non è il caso per la distanza.
  6. La distanza può essere usata per calcolare la velocità data, mentre lo spostamento può essere usato per calcolare la velocità data il cambio di distanza (spostamento), nel tempo.
  7. Lo spostamento è sempre misurato lungo un percorso rettilineo, mentre la distanza può essere misurata lungo un percorso non dritto.

Tabella comparando distanza e spostamento

DISTANZA CILINDRATA
È una misura scalare È una misura vettoriale
Mai indicata con una freccia Indicata con una freccia
Considera la magnitudine Considera sia la magnitudine sia la direzione
Può avere solo valori positivi Può avere valori positivi e negativi
Delta, Δ non viene utilizzato come simbolo Delta, Δ viene usato come simbolo
Può essere utilizzato per calcolare la velocità Può essere utilizzato per calcolare la velocità
Può essere misurato lungo un percorso non rettilineo Sempre misurato lungo un percorso rettilineo

Riepilogo:

  • Distanza è una misurazione scalare che considera solo la magnitudine.La direzione non è importante
  • L'unità di misura metrica standard per spostamento e distanza è il metro.
  • Il dislocamento riguarda il cambio di posizione, è una misura vettoriale in cui viene utilizzata una freccia per indicare sia la dimensione che la direzione.
  • Lo spostamento è la distanza più breve tra due punti. Può avere un valore negativo, positivo o zero.
  • La distanza è legata al tempo e alla velocità, quindi la velocità può essere determinata se conosciamo distanza e tempo.
  • La velocità è un cambiamento di velocità e può essere calcolata dallo spostamento.