Differenza tra Donald Trump e Barack Obama

Le elezioni presidenziali americane del 2016 segnarono la transizione da un governo guidato dal democratico Barack Obama a un governo guidato dall'ex uomo d'affari e stella della televisione, il repubblicano Donald Trump. La candidatura - e la successiva vittoria - di Trump scioccò molti americani e non americani, ei suoi dibattiti contro il democratico Hillary Clinton furono seguiti da tutto il mondo.

Tuttavia, nonostante la sorpresa del mondo per la vittoria di Trump, la sua elezione si inserisce in un modello ben noto nella politica degli Stati Uniti. In effetti, in quanto rappresentante del partito fuori dal potere - i repubblicani, aveva solo bisogno di evidenziare i difetti del democratico - e di Obama - e le promesse non mantenute di ottenere la fiducia degli elettori. Donald Trump è il non-Obama - e il non-Clinton. Per molti, rappresenta l'opposto dell'establishment americano, ha denunciato i poteri di governo corrotti e inefficaci e la gente ha creduto di poter essere il leader che "fa le cose. "Dopo anni di scandali politici e dopo otto anni di amministrazione Obama, gli americani erano stanchi di politici e governi che non potevano risolvere i problemi. Per molti, Obama non ci è riuscito:

  • Diminuzione dei tassi di disoccupazione;
  • Eliminazione della minaccia di estremismo violento e terrorismo;
  • Arrestare l'immigrazione clandestina;
  • Priorità ai bisogni dell'America; e
  • Mostrare la risolutezza.

In un contesto di incertezza, difficoltà economiche e insoddisfazione generale, le politiche anti-establishment di Trump erano ciò di cui gli americani avevano bisogno.

Donald Trump: resistere a Obama

Se analizziamo le proposte politiche di Trump, possiamo facilmente vedere come la sua candidatura sia principalmente un movimento di resistenza. Donald Trump si oppone:

  • Obama e tutte le sue politiche;
  • Il Partito Democratico:
  • L'istituzione:
  • La carriera politica convenzionale;
  • Stabilimento del partito repubblicano; e
  • I principi tradizionali conservatori.

La resistenza di Trump a Obama fu tradotta in una fiera opposizione di tutte le proposte e le promesse di Hillary Clinton:

  • Clinton voleva aumentare le tasse per i più ricchi e Trump prometteva di tagliare le tasse per tutti;
  • Clinton era apertamente a favore dei diritti di aborto e Trump insisteva sulle necessità di controllare e limitare l'aborto;
  • Clinton voleva mantenere (e perfezionare) l'Obamacare e Trump apertamente opposto a Obamacare;
  • Clinton voleva facilitare il processo di immigrazione e Trump promise che avrebbe costruito un muro con il Messico - e che il Messico avrebbe pagato per farlo;
  • Clinton ha dato priorità agli accordi commerciali multilaterali e Trump era favorevole agli accordi commerciali bilaterali; e
  • Clinton ha avuto l'approvazione di Barack Obama mentre Trump si opponeva ferocemente a Obama e a tutte le sue politiche.

Pertanto, non sorprende che Trump ottenga immediatamente il sostegno degli emarginati, degli elettori che si sentono esclusi. All'inizio della campagna presidenziale, i sostenitori di Trump erano principalmente:

  • bianchi senza diploma di scuola superiore;
  • Persone che vivono in aree con minoranze etniche e religiose (o non);
  • Persone che si sentivano emarginate;
  • Persone che non hanno beneficiato della ripresa economica;
  • Persone che credevano che l'immigrazione fosse la causa del terrorismo;
  • Persone che credevano che gli immigrati volessero rubare il lavoro degli americani; e
  • Persone che erano stanche della classe dirigente debole e corrotta.

I modi e le idee anti-establishment di Trump conquistarono la fiducia degli elettori che credevano che il nuovo, forte candidato potesse "rendere grande l'America di nuovo" e che non erano spaventati dalle proposte radicali di Trump.

Barack Obama vs Donald Trump: ideologie, economia e politiche interne

Donald Trump e Barack Obama hanno opinioni e convinzioni diverse su quasi ogni argomento, inclusi i diritti individuali, le politiche interne, le politiche estere, l'immigrazione e l'economia. Inoltre, i due sono candidati dei due partiti storicamente opposti: Obama è un democratico mentre Trump è un repubblicano. Pertanto, Obama è (ed era) moderatamente liberale mentre Trump è leggermente più conservatore (in alcuni casi molto prudente).

Diritti individuali e politica interna:

  • Obama credeva che "l'aborto è un diritto illimitato di una donna" mentre Trump no;
  • Entrambi supportano il matrimonio omosessuale;
  • Obama ha sostenuto con forza i diritti delle donne mentre Trump no;
  • Trump è a favore della proprietà delle armi, mentre Obama voleva limitare il diritto alla proprietà delle armi;
  • Obama ha promosso l'Obamacare mentre Trump vuole abrogarlo;
  • Obama ha fortemente privilegiato l'energia verde rispetto ai combustibili fossili, mentre Trump non crede nel cambiamento climatico, sostiene l'uso di combustibili fossili e si è ritirato dagli Accordi di Parigi;
  • Obama è apparso aperto all'immigrazione - anche se ha deportato 3 milioni di persone mentre era presidente - mentre Trump si oppone fermamente all'immigrazione clandestina, sostiene un rafforzamento delle frontiere, sostiene politiche di immigrazione più severe e promette di costruire un muro al confine con il Messico ;
  • Trump vuole privatizzare la sicurezza sociale mentre Obama si oppone alla privatizzazione;
  • Obama ha proposto un percorso per la cittadinanza per gli stranieri clandestini mentre Trump vuole deportare (e impedire l'ingresso di) tutti gli stranieri clandestini;
  • Obama promosse maggiori tasse per le persone benestanti mentre Trump prometteva il più grande taglio di tasse nella storia degli Stati Uniti per tutti; e
  • Entrambi sono d'accordo nel mantenere Dio (religione) nella sfera pubblica.

Politica estera:

  • Obama ha sostenuto e favorito l'espansione del libero scambio, mentre Trump privilegia gli accordi bilaterali piuttosto che gli accordi commerciali multilaterali;
  • Obama non voleva espandere i militari mentre Trump voleva incrementare gli investimenti nel settore della sicurezza per rafforzare le forze armate statunitensi;
  • Obama si oppose all'U.S. interventismo - anche se fu coinvolto in diverse guerre e fu responsabile di molte operazioni militari - mentre Trump crede che gli Stati Uniti dovrebbero usare il loro potere militare (se necessario) per dimostrare la supremazia dell'America; e
  • Secondo Trump e i suoi elettori, Obama non ha fatto abbastanza per sradicare il terrorismo e l'estremismo violento mentre Trump ha firmato due diversi ordini esecutivi per impedire alle persone provenienti da sette (più tardi sei) paesi a maggioranza musulmana di entrare negli Stati Uniti.

Barack Obama vs Donald Trump: primi 100 giorni

I primi 100 giorni in carica di un neo-eletto presidente sono un periodo critico di adattamento. Barack Obama e Donald Trump hanno trascorso i loro primi 100 giorni a fare cose molto diverse.

  • Numero di leggi firmate: Trump ha firmato 29 leggi (per un totale di 133 pagine) mentre Obama ha firmato 14 leggi (per un totale di 1, 602 pagine);
  • Numero di ordini esecutivi firmati: Trump ha firmato 30 ordini esecutivi (compresi i due divieti di viaggio) mentre Obama ha firmato 19 ordini esecutivi;
  • Numero di paesi stranieri visitati: focalizzato sulle questioni interne piuttosto che sulle politiche estere, Trump non ha visitato nessun paese straniero mentre Obama ha visitato 9 paesi durante i suoi primi 100 giorni;
  • Valutazione di approvazione: dopo 100 giorni in carica, il tasso di approvazione di Obama era di circa il 65% mentre quello di Trump era di circa il 42%;
  • Tassi di disoccupazione: dopo i primi 100 giorni di Obama, la disoccupazione era all'8,7% - sebbene abbia ereditato la peggiore crisi economica degli ultimi decenni - mentre dopo i primi 100 giorni di Trump i tassi di disoccupazione erano al 4,5%;
  • Vita privata: Barack e Michelle Obama erano una coppia affiatata, amavano trascorrere del tempo insieme e Michelle era una pioniera dei diritti delle donne. Viceversa, Donald e Melania Trump non sembrano avere uno stretto rapporto e la first lady non ha vissuto alla Casa Bianca durante i primi 100 giorni del mandato del marito; e
  • Numero di uscite di golf: nei suoi primi 100 giorni, Barack Obama ha giocato a golf una volta (anche se alcune fonti dicono che non ha mai giocato in questo periodo) mentre Donald Trump ha giocato 19 volte.

Sommario

L'elezione di Donald Trump come 45 th Presidente degli Stati Uniti ha scioccato molti americani e non americani. Il signor Trump non è il politico convenzionale. Era - ed è - un uomo d'affari di successo, un imprenditore e una star televisiva ma, soprattutto, è il non Obama. In effetti, i 44 th e 45 th Presidenti degli Stati Uniti hanno prospettive opposte e contrastanti su quasi tutte le questioni, tra cui:

  • Immigrazione (apertura contro confine chiuso e più severo processo di controllo);
  • Politiche nazionali;
  • Politiche estere;
  • Diritti individuali;
  • Economia;
  • Commercio estero;
  • Diplomazia;
  • Tasse;
  • Investimenti; e
  • Sicurezza

Durante la sua campagna, Donald Trump si oppose fermamente a tutte le idee e ai programmi presentati dal democratico Hillary Clinton. Anche se il signor Trump spesso non è riuscito a proporre alternative costruttive alle proposte del suo avversario, la sua resistenza all'istituzione americana e la sua personalità unica gli hanno permesso di ottenere la fiducia degli elettori.Durante la sua campagna presidenziale, Donald Trump ha guidato un movimento di resistenza: si è opposto a Barack Obama ea tutte le sue politiche; ha respinto il tradizionale discorso politico; ha approfittato dei bisogni e delle credenze di coloro che si sentivano emarginati; ha proposto cambiamenti drastici, e ha assicurato all'intera popolazione che avrebbe "reso grande l'America. "

Donald Trump e Barack Obama non solo differiscono nelle loro opinioni politiche e strategie politiche, ma hanno anche stili di vita molto diversi. La famiglia Obama era - ed è - il modello di una moderna famiglia felice, mentre i commenti sessisti di Trump sulle donne così come i suoi comportamenti pubblici gettano dubbi sul rapporto tra il Presidente e sua moglie. Dopo otto anni di amministrazione Obama, gli americani avevano bisogno e volevano un cambiamento - non sorprende, quindi, che l'anti-Obama vinse le elezioni e divenne il 45 th - e probabilmente il più controverso - il Presidente degli Stati Uniti Stati.