Differenza tra commercio libero e libero mercato

Free Trade vs Free Mercato

I mercati liberi e il libero scambio sono termini ampiamente utilizzati nei concetti moderni dell'economia. Il libero scambio ei mercati liberi sono generalmente percepiti come vantaggiosi per le economie, per promuovere l'efficienza, migliorare l'innovazione e incoraggiare una sana concorrenza. Esistono tuttavia parecchie differenze tra i due; in quanto i mercati liberi sono generalmente interessati alle condizioni di un mercato interno, mentre il libero scambio riguarda il commercio internazionale tra i paesi. L'articolo fornisce spiegazioni chiare dei due termini e mostra come sono simili e diversi l'uno dall'altro.

Che cos'è il libero commercio?

Il libero scambio è un meccanismo di mercato in cui i beni, i servizi, il lavoro, il capitale e altri fattori produttivi possono muoversi liberamente fra paesi senza ostacoli commerciali. I paesi si sono riuniti per formare accordi di libero scambio per facilitare il libero scambio tra i paesi membri; come il NAFTA (accordo di libero scambio per il Nord America) tra Canada, Messico e Stati Uniti. Il libero scambio eliminerà tutti i tipi di barriere commerciali quali le tariffe, le quote, le tasse, gli embarghi e promuove le festività fiscali, le sovvenzioni e altre forme di sostegno per incoraggiare la produzione nazionale e promuovere il libero scambio tra i paesi. Il libero scambio è vantaggioso per le economie del paese, per le industrie ei consumatori. Il libero scambio fornirà ai produttori un mercato più grande per vendere i loro prodotti e promuoverà una sana concorrenza che porterà al miglioramento della qualità dei beni e dei servizi offerti. La concorrenza porterà inoltre a prezzi più bassi e più innovazione che beneficeranno anche i consumatori che possono ora acquistare prodotti di qualità migliore ad un prezzo inferiore.

Che cos'è il mercato libero?

Un mercato libero è un'economia basata sulle forze della domanda e dell'offerta senza alcun intervento governativo. I prezzi delle merci e dei servizi e dei loro costi sono completamente determinati dalla domanda e offerta di tale prodotto. In un mercato libero, i compratori ei venditori possono acquistare e vendere liberamente beni e servizi liberamente senza influenze esterne derivanti dalla regolamentazione, dai controlli sui prezzi, dalle imposte o dai sussidi. La caratteristica più importante di un mercato libero è "scambio volontario". Ciò significa che non ci sono influenze esterne o persuasioni alle decisioni prese dagli individui in una tale economia. Un'altra caratteristica di un mercato libero è che la maggior parte dei fattori di produzione sono detenuti da persone fisiche e private, anziché dal governo. Tuttavia, in realtà, esistono pochissimi mercati liberi in quanto è sempre possibile utilizzare qualche forma di intervento governativo.I vantaggi dei mercati liberi sono che un tale mercato sottolinea la libertà individuale e la libertà di scelta di utilizzare le proprie risorse, fondi o addirittura le qualifiche in qualunque modo che vogliono, che può portare a economie che producono e vendono una gamma più ampia di beni e servizi.

Qual è la differenza tra il libero commercio e il libero mercato?

Il mercato libero e il libero scambio sono concetti che sono legati tra loro e promuovono entrambi la libertà economica per gli acquirenti e i venditori. Tuttavia, ci sono una serie di differenze tra i due. Un mercato libero è un mercato nazionale in cui non esiste alcun intervento governativo e tutti i prezzi, i costi, le decisioni si basano sulle forze di mercato e sullo scambio volontario. Il libero scambio, d'altra parte, prende in considerazione il commercio internazionale tra i paesi; in cui esistono poche barriere commerciali e solitamente stabiliscono accordi di libero scambio. Lo scopo dei mercati liberi è ridurre le influenze esterne sui prezzi, sui costi, sulle decisioni dei consumatori e sulla libertà di scelta individuale / aziendale, mentre lo scopo del libero scambio è quello di promuovere il commercio internazionale tra i paesi.

Riepilogo:

Libero commercio vs libero mercato

• Il libero mercato e il libero scambio sono concetti che sono legati tra loro e promuovono entrambi la libertà economica per gli acquirenti e i venditori.

• Un mercato libero è un mercato nazionale in cui non esiste alcun intervento governativo e tutti i prezzi, i costi, le decisioni si basano sulle forze di mercato della domanda e dell'offerta e lo scambio volontario.

• Il libero scambio eliminerà tutti i tipi di barriere commerciali come le tariffe, le quote, le tasse, gli embarghi e promuove le festività fiscali, le sovvenzioni e altre forme di sostegno per incoraggiare la produzione nazionale e promuovere il libero scambio tra i paesi.

• Lo scopo dei mercati liberi è quello di ridurre le influenze esterne sui prezzi, sui costi, sulle decisioni dei consumatori e sulla libertà individuale / aziendale di scelta, mentre lo scopo del libero scambio è quello di promuovere il commercio internazionale tra i paesi.