Differenza tra TIA e tratto

TIA contro ictus

Una delle malattie più comuni su questo pianeta è legata alle malattie cardiovascolari. Ogni anno milioni di persone vengono colpite o muoiono o vengono diagnosticate per averle. Non possiamo cambiare il fatto che questo è comune perché il nostro stile di vita ora ci permette di averlo soprattutto per coloro che si trovano in città. Le persone mancano di esercizio. Mangiano fast food. Il loro lavoro permette loro di sedersi tutto il giorno davanti ai loro computer. In breve, questa era è diventata una vita sedentaria nella maggior parte delle situazioni.

Due malattie cardiovascolari che devono essere affrontate sono TIA e ictus. Gli ictus sono davvero prevalenti nel mondo mentre i TIA si verificano meno frequentemente.

Il TIA, o attacco ischemico transitorio, è una perdita temporanea del flusso sanguigno nel cervello. Questa non è una malattia ma piuttosto un breve incidente che può capitare a chiunque. I TIA possono verificarsi solo per pochi minuti, quindi il cliente riprenderà la sua coscienza. Ma in alcuni casi può verificarsi fino a 24 ore. Pertanto, è solo temporaneo. Gli ictus, d'altra parte, sono un incidente debilitante in cui c'è un danno permanente ai vasi sanguigni che forniscono l'ossigeno e il flusso di sangue al cervello. Gli ictus sono anche noti come attacchi cerebrali. In questo incidente, la persona rischia di morire se c'è un danno cerebrale massiccio a causa della mancanza di flusso sanguigno.

I segni classici di ictus includono: disorientamento verso il tempo e il luogo, volto asimmetrico e slurring of speech. Quando questi segni sono evidenti, si deve già portare quella persona all'ospedale più vicino per il trattamento. Per un TIA, a causa della temporanea cessazione del flusso di sangue nel cervello, la persona sperimenta una temporanea perdita di coscienza, vertigini, difficoltà a camminare e perdita di equilibrio e coordinazione. Il cliente ha ancora buoni segni vitali come la respirazione o la respirazione e il polso.

Ci sono molte cause di ictus tra cui fumo, obesità, diabete mellito, mancanza di esercizio fisico, pressione alta o ipertensione, colesterolo alto e trigliceridi e molto altro ancora. Se un ictus non viene trattato, può portare alla morte o alla paralisi su un lato del corpo, incapacità a parlare, il facciale cadere con il lato paralizzato colpito.

Gli interventi per l'ictus comprendono: farmaci trombolitici per sciogliere il coagulo nei vasi cerebrali, farmaci anti-ipertensivi, farmaci anti-lipidemici per abbassare il colesterolo, solo per citarne alcuni. Uno degli interventi per TIA è non bloccando le vie aeree del cliente e consentendo al cliente di respirare. I TIA sono anche noti come un mini-ictus o ictus transitorio.

Riepilogo:

1. Il TIA è anche noto come attacco transitorio o mini-ictus mentre un ictus è anche noto come attacco cerebrale.
2. I TIA sono meno gravi rispetto a un ictus.
3. I TIA sono temporanei mentre gli ictus hanno danni permanenti ai vasi cerebrali e occlusione.
4. I TIA possono essere trattati con un'ossigenazione adeguata mentre un ictus viene trattato con diversi farmaci.