Differenza tra tirannia e dittatura

Sfondo concettuale

Addentrarsi nella storia della governance statale ci direbbe che nessuna connotazione negativa è stata attribuita alle due parole; tirannia e dittatura. Nell'antica Grecia, i sovrani delle città-stato avevano tradizionalmente il titolo di "tiranno", e gli argomenti non avevano mai avuto alcuna riserva per lo stesso, poiché nessuna negatività era stigmatizzata. Ad Atene, prima che la democrazia mettesse piede lì, l'ultimo sovrano del tiranno era particolarmente ingiusto nell'usare il potere, e il termine ha avuto un brutto nome. Successivamente Platone ei suoi seguaci, con il loro discorso politico, diedero permanenza all'attaccamento.

D'altra parte, nella Roma repubblicana, un dittatore era un incostituito incaricato costituzionale del senato che deteneva il potere assoluto in materia di governo e doveri militari. Tito Flavio fu il primo dittatore della Roma repubblicana. Augusto Cesare fu l'ultimo dittatore di Roma, che uccise il suo dittatore-nonno, e questo suo atto diede un brutto colpo al termine "dittatore".

Differenza nel significato

Dittatore: Un dittatore è il capo di un governo che è gestito secondo la volontà del dittatore, che acquisisce potere senza il consenso del popolo ed è aiutato da un gruppo di lealisti . Sotto la dittatura tutto il potere politico è monopolizzato dal dittatore e i pilastri del governo, vale a dire giudiziario, amministrazione e legislatura, sono controllati da lui e gestiti dalla confraternita. La dittatura è una forma di governo autoritaria in cui sia la vita pubblica che quella privata dei cittadini sono soggette a controllo e regolamentazione da parte del governo. Tutte le voci di risentimento sono brutalmente represse dal dittatore, attraverso milizie private o forze statali. Adolf Hitler della Germania, Idi Amin in Uganda, Khomeini dell'Iran, Saddam Hussein in Iraq, e Aga Khan del Pakistan sono pochi del mondo nel famoso dittatori.

Tyranny: la tirannia è una forma di governo in cui il capo del governo possiede carattere molto oppressivo e spietato, e spesso si prende cura il proprio interesse, invece che dei soggetti. L'amministrazione, il sistema giudiziario e il corpo legislativo sono controllati da persone selezionate da lui. La storia è testimone del fatto che molti monarchi diventano tiranni a causa dell'avidità e del carattere oppressivo. Il tiranno governa i suoi sudditi attraverso le armi della paura e della tortura. La tirannia è presumibilmente la peggiore forma di governance, in cui il governante è corrotto al massimo. Tutti i tiranni sono ricchi sfondati, dove la ricchezza è accumulata attraverso tutte le possibili vie illegali immaginabili. Pol Pot in Cambogia, Pinochet del Cile, Enrico VIII d'Inghilterra, Gengis Khan della Mongolia, Saddam Hussein in Iraq, e Caligola di Roma sono alcuni dei peggiori tiranni che il mondo abbia mai visto.

Differenza qualitativa

Un dittatore può salire al potere sia in un assetto democratico, sia attraverso un colpo di stato armato, spesso da ufficiali militari ambiziosi. Tali leader possiedono sicuramente qualità di leadership per lanciare un'offensiva armata contro il sovrano. Inizialmente, dopo essere saliti al potere, tali leader hanno visto implementare una rigida disciplina nella società e adottare misure per introdurre la responsabilità finanziaria nella governance. Ma il potere dittatoriale, la politica di pacificazione, il desiderio di diventare ricchi e di vivere a 5 stelle, alla fine fanno del tiranno un dittatore, quando inizia a considerare i suoi capricci come legge e destino dei cittadini. Il tiranno prende tutte le misure possibili per mettere a tacere qualsiasi voce o risentimento e avviene l'eliminazione su larga scala.

Un dittatore militare inizialmente governa per legge, soffocando la libertà personale delle persone, ma non può nutrire alcuna ambizione finanziaria personale. Ma dopo essere rimasti al potere per molto tempo, tutti i posti amministrativi e militari sono occupati da persone scelte dal dittatore in modo che la governance diventi agevole e propizia a servire il proprio interesse, e anche i semi di rivolta vengono distrutti alla nascita. Questo è quando il dittatore diventa tiranno. Questo è quello che è successo ad alcuni dittatori come Muammar Gheddafi della Libia, Zia Ul Haque e Musharraf del Pakistan, e molti altri. Quindi la durata del possesso e il grado di uso scorretto del potere distingue tra un dittatore e un tiranno.

Welfare of the People

Un dittatore, nei primi anni del suo governo, può dare un contributo significativo al benessere economico della popolazione, con infrastrutture migliori, istruzione obbligatoria altamente sovvenzionata e strutture sanitarie finanziate attraverso l'aumento delle tariffe e raccolta di tasse,
aumento della produzione industriale e disciplina a tutto tondo nel governo. Cuba sotto Fidel Castro, l'India sotto Indira Gandhi e il Pakistan sotto Zia sperimentarono queste cose. Ma i tiranni sono privi di qualsiasi contributo positivo al benessere sociale. Idi Amin dell'Uganda, Enrico VIII d'Inghilterra, Stalin di Russia, Pol Pot di Cambogia e molti altri tiranni saranno ricordati dal mondo per l'insopportabile sofferenza che hanno portato per i loro sudditi.

Sommario

Un tiranno è essenzialmente un dittatore. La differenza tra un dittatore e un tiranno è determinata dalla durata del possesso e dal grado di abuso di potere. Un dittatore assume il potere senza il consenso del popolo, sia attraverso uno sparo armato del sovrano o attraverso l'eredità. Potrebbe essere un buon capo e potrebbe portare un po 'di prosperità per il popolo. Ma poiché il dittatore rimane al potere per un lungo periodo, può diventare un tiranno che tratta i cittadini secondo i suoi capricci.