La differenza tra Venture Capital e Private Equity

Il mondo della finanza si è notevolmente ampliato negli ultimi decenni, in quanto nuove e innovative opzioni sono diventate disponibili per le imprese per finanziare le loro operazioni e i loro piani. Ci sono due grandi categorie di finanza - finanza azionaria e finanza del debito - ma con il passare del tempo sono stati introdotti metodi nuovi ed efficienti. Startup e PMI (piccole e medie imprese) hanno più accesso ai finanziamenti di quanto non abbiano mai avuto. Ad esempio, con la disponibilità di grandi quantità di dati, i dirigenti sono in una posizione migliore per cercare nuove opportunità e affrontare le sfide affrontate dalle società, portando a idee imprenditoriali uniche. Queste idee sono accolte da diversi tipi di investitori attraverso vari mezzi, come crowdfunding, angel investing, venture capital e private equity.

Il pubblico usa spesso il capitale di rischio e il private equity in modo intercambiabile perché questi termini vengono utilizzati per le imprese di investimento che investono solo nelle imprese per venderle successivamente con mezzi diversi, come le offerte pubbliche iniziali (IPO). Entrambi questi tipi di investimento alternativi sono tipi di assistenza monetaria fornita alle imprese in fasi diverse, ma non sono la stessa cosa. Ci sono un certo numero di differenze tra questi due termini. A differenza del private equity, che comprende grandi investimenti in aziende mature, il capitale di rischio coinvolge piccoli investimenti in start-up e aziende che sono nelle loro fasi iniziali.

Private Equity (PE)

Come discusso, i fondi PE investono denaro per acquisire la proprietà del capitale proprio in società che sono in una fase di crescita elevata della loro attività. Esistono diversi tipi di società di private equity e partecipano attivamente o passivamente a società di portafoglio in base alle loro strategie-strategie che includono il capitale mezzanino, l'acquisizione a leva, il capitale di rischio e l'acquisizione dalla crescita. La partecipazione passiva è più comunemente correlata a società mature che hanno modelli di business provati, ma che richiedono fondi per l'espansione, l'ingresso in nuovi mercati, la ristrutturazione delle loro operazioni o il finanziamento di un'acquisizione. La partecipazione attiva, d'altro canto, ha più a che fare con le imprese che svolgono un ruolo diretto nella ristrutturazione di un'impresa, fornendo supporto o consulenza, o riorganizzando l'alta dirigenza, ecc.

Negli ultimi due decenni, il private equity è diventato una delle parti più cruciali dei servizi finanziari in tutto il mondo ed è considerato un'opzione di finanziamento interessante.

Venture Capital (VC)

VC, d'altra parte, è una parte di PE. I fondi VC investono specificamente in start-up o PMI (piccole e medie imprese) che mostrano un grande potenziale di crescita.Il loro obiettivo principale è l'approvvigionamento, l'identificazione e l'investimento nelle giuste opportunità di investimento con buone prospettive finanziarie. Inoltre, gli investitori VC hanno voce in capitolo nelle decisioni aziendali.

Differenze

Esistono numerose differenze tra un private equity e un venture capital. Alcune delle principali differenze sono state spiegate di seguito.

Natura dell'investimento

Gli investitori di PE investono principalmente in società consolidate e mature che stanno perdendo la propria attività o non realizzando profitti sufficienti a causa dell'inefficienza. Gli investitori di PE acquistano queste imprese per riorganizzare le loro operazioni al fine di migliorare l'efficienza complessiva della loro attività e, successivamente, aumentare le entrate.

Al contrario, i venture capitalist investono in nuove imprese o startup che hanno un alto potenziale di crescita in futuro.

Proprietà

Un fondo PE di solito possiede il 100% del capitale delle società in cui investe, il che dà loro il controllo completo degli affari delle società dopo l'acquisizione.

D'altra parte, le ditte di VC investono solo circa il 50 percento o meno del capitale di una società. Ci sono un certo numero di aziende di VC che investono in più aziende per diffondere il loro rischio, che impedisce loro di subire enormi perdite se una startup non riesce a sopravvivere nel lungo periodo.

Struttura del capitale

La struttura del capitale di entrambi i fondi è diversa. Le società di private equity hanno un mix di equity e debito nel loro investimento; mentre i venture capitalist effettuano solo investimenti azionari.

Tipo di azienda

Le aziende di VC si concentrano principalmente su aziende tecnologiche, come la bio-tecnologia o la tecnologia pulita. Ma le aziende di PE possono acquistare aziende in tutti i settori e settori.

Squadra di individui

Una squadra di individui in una società di PE è composta da ex analisti di investment banking poiché le esercitazioni di due diligence e di modellizzazione condotte su un PE sono in qualche modo simili a quelle eseguite nelle transazioni bancarie. Qualsiasi individuo, compresi i consulenti, può entrare a far parte di un'impresa di PE, ma le aziende di solito preferiscono qualcuno con esperienza nell'elaborazione di un modello di buyout con leva finanziaria.

Le imprese di VC, d'altra parte, hanno un diverso mix di individui nei loro team, di solito composti da individui di sviluppo del business, ex banchieri, ex imprenditori, consulenti, ecc.

Focus di gestione

L'obiettivo principale di le società di private equity sono sul governo societario, i. e. , un sistema di regole e pratiche attraverso cui un'azienda è controllata, diretta e gestita. Al contrario, le aziende VC tendono a seguire l'approccio della capacità di gestione, in cui la raccolta di capacità viene esercitata per generare profitto e per avere un vantaggio competitivo rispetto ad altre imprese sul mercato.

Rischio

Per quanto riguarda i fondi PE, il rischio ruota intorno a una serie di piccoli investimenti pari a una grande dimensione di investimento totale. Se un investimento fallisce, l'intero fondo fallirà. Per questo motivo, i fondi PE investono principalmente in imprese mature che hanno poche possibilità di fallire nei prossimi tre-cinque anni.

Al contrario, come già discusso, i VC sono investimenti ad alto rischio. I venture capitalist si aspettano che la maggior parte delle startup in cui investono potrebbero fallire. Allo stesso tempo, se un singolo investimento ha successo, può rendere redditizio l'intero portafoglio di investimenti generando rendimenti sostanziali. Un noto venture capitalist, Fred Wilson, ha affermato che nel suo portafoglio di investimenti da 20 a 25 uno sarebbe diventato un successo completo, quattro a cinque avrebbero dato buoni rendimenti, cinque a dieci avrebbero fallito, e il resto semplicemente non ce l'avrebbe fatta . È normale che i venture capitalist si assumano un tale rischio, perché effettuano una piccola quantità di investimenti in un gran numero di società.

Ritorno

Quando si tratta di generare guadagni attraverso queste modalità alternative di investimento, nessuno dei due modelli fa più soldi dell'altro. Il rendimento ottenuto dai fondi PE e VC è inferiore a quello che la maggior parte degli investitori dichiara di generare. Nel caso di aziende VC, i rendimenti sono per lo più apposti alle aziende con le migliori performance; in cui, un grande vincitore può coprire le perdite subite in altri investimenti. Tuttavia, nel caso dei fondi PE, è possibile ottenere guadagni elevati senza investire in società note o di grandi dimensioni.

Investment Trigger

Le aziende PE cercano di solito società che hanno attività sottovalutate per le quali l'impresa può utilizzare le proprie competenze al fine di aumentare il valore dell'azienda in futuro. D'altra parte, le aziende di VC cercano e fanno affidamento su team di gestione professionali e ben strutturati che hanno il potenziale per creare un'attività redditizia.

Exit Opportunities

Le aziende PE fanno un'uscita passando ad altri hedge fund dove il potenziale per fare soldi è relativamente veloce, oppure passano al venture capital in modo da poter concludere grandi affari e investire in startup. Possono anche fare un'uscita tornando ai ruoli di consulenza, lanciando il proprio fondo o entrando nell'imprenditoria.

Le aziende VC possono uscire attraverso IPO, fusioni e acquisizioni, riacquisto di azioni o fare una vendita ad altri VC o investitori strategici.

Ogni tipo di investimento ha le sue caratteristiche. È importante conoscere le differenze tra questi due fondi in modo che le imprese possano prendere decisioni finanziarie migliori.