Differenza tra TLC e GLC

TLC vs GLC

"TLC" e "GLC" sono due tecniche in cromatografia, l'atto di separare le miscele in singoli componenti usando tecniche di laboratorio. La cromatografia coinvolge due fasi nel suo arsenale di tecniche; la fase mobile e la fase stazionaria. La fase mobile "consegna" e interagisce con il composto mentre la fase stazionaria è quando le miscele si separano.

"TLC" sta per "cromatografia su strato sottile" mentre "GLC" è abbreviato per cromatografia gas-liquido. Entrambe le tecniche sono in grado di separare i componenti di una miscela, identificare un composto, determinare la purezza di una sostanza e monitorare il progresso della reazione della miscela.

Obiettivi specifici di TLC e GLC

Entrambe le tecniche non sono simili sotto molti aspetti e le differenze sono evidenti. La cromatografia su strato sottile (TLC) serve a separare i solidi e alcuni liquidi. Questa tecnica utilizza specificamente liquidi nella fase mobile e solidi nella fase stazionaria. La fase stazionaria ha uno strato sottile per l'assorbenza che aiuta a selezionare la miscela. C'è un'altra forma di TLC che non ha contropartite conosciute in GLC, e questo è HPTLC, abbreviazione di cromatografia su strato sottile ad alte prestazioni.

La cromatografia gas-liquido, d'altra parte, ha lo scopo di separare i gas. Questa tecnica utilizza il gas come fase mobile e liquido come fase stazionaria. GLC è chiamato con nomi diversi; gascromatografia, cromatografia in fase vapore e gas cromatografia-spettrometria di massa, tra questi.

Differenze di classificazione

La cromatografia su strato sottile è classificata come tecnica per la forma del letto cromatica, una tecnica ampiamente utilizzata che viene spesso applicata in varie sedi in laboratorio. La cromatografia gas-liquido, d'altra parte, è classificata come una tecnica dallo stato fisico della fase mobile. Questa tecnica è utilizzata principalmente in chimica analitica, biochimica, ricerca chimica e chimica industriale.

Differenze nei requisiti di utilizzo

TLC può essere utilizzato con materiali semplici come bicchieri, vetri per orologi e la piastra per cromatografia su strato sottile (con assorbente). La cromatografia gas-liquido, nel frattempo, richiede un'attrezzatura speciale nota come gas cromatografo o separatore di gas. Nella gascromatografia, l'estrazione avviene in uno spazio chiuso e la fase stazionaria liquida viene spalmata sulle pareti del contenitore. C'è anche il fattore di temperatura nel fare gas cromatografia.

Sommario:

  1. La cromatografia è una procedura di laboratorio per estrarre componenti di una miscela.
  2. La cromatografia su strato sottile e la cromatografia gas-liquido, come indicano i loro nomi, sono due tipi di cromatografia.Entrambi usano due tipi di fasi, la fase mobile e la fase stazionaria.
  3. Oltre a separare le miscele, entrambe le tecniche possono anche determinare la purezza della sostanza e identificare un composto dalla miscela.
  4. Gli stati della materia coinvolti in entrambe le cromatografie sono diversi quando agiscono nella fase mobile e stazionaria. Nella cromatografia su strato sottile, la fase mobile è un liquido mentre la fase stazionaria è un solido. Al contrario, la gascromatografia utilizza gas nella fase mobile e liquido nella fase stazionaria.
  5. Un'altra differenza è il tipo di materia che le tecniche possono separare. Nella cromatografia su strato sottile, i composti sono solitamente solidi e alcuni liquidi. Nel frattempo, la cromatografia gas-liquido separa i gas.
  6. I nomi delle tecniche derivano anche dalle procedure stesse. La cromatografia su strato sottile è così chiamata perché le sue caratteristiche della fase stazionaria sono solide con un ulteriore assorbente. Al contrario, il nome della cromatografia gas-liquido deriva dai due stati della materia coinvolti nelle sue fasi mobili e stazionarie.
  7. Fare una cromatografia su strato sottile può essere flessibile. Il requisito importante è la piastra per cromatografia su strato sottile. La gascromatografia è più complessa e richiede l'uso di una macchina speciale chiamata gas cromatografo. La gascromatografia utilizza un separatore di gas.